Sono incinta! E adesso?

Hai appena scoperto di aspettare un bambino? Innanzitutto: auguri!

Ma è il tuo primo figlio o, perlomeno, il primo da quando vivi in Germania e probabilmente ti starai chiedendo: “da dove comincio?”.

Beh, i nove mesi che ti aspettano, oltre a essere indubbiamente un´esperienza emotiva e fisica senza eguali, saranno anche un percorso sanitario e burocratico costellato di step da seguire.

Questa piccola guida si propone di illustrarti passo passo tutto ciò che concerne l´aspetto “medico“ della gravidanza qui in Germania e spiegarti, nei limiti del possibile (ogni gravidanza è una storia a sé!), dinamiche e tempistiche delle settimane a venire.

Banale dirlo, ma se sospetti di essere incinta (perchè hai fatto un test di gravidanza o hai un ritardo anomalo per i tuoi standard), la prima cosa che ti servirà sarà fissare un appuntamento con un ginecologo! Dovessi averne già uno di fiducia, ti basterà ovviamente fare solo una chiamata. Ma nel caso in cui dovessi metterti ora alla ricerca di uno specialista, i criteri di scelta sono diversi.

  1. Potresti farti consigliare dal tuo medico di famiglia (Hausarzt), che probabilmente, in tal caso, ti rilascerà anche una impegnativa (Überwiesung). L´impegnativa non è comunque necessaria, perchè ti basterà semplicemente comunicare di essere incinta nel momento in cui contatterai un ginecologo per prendere appuntamento.
  2. Ovviamente il consiglio di un´amica puó rivelarsi anche un prezioso criterio di scelta.
  3. Non ultima, la distanza da casa tua. Incontrerai il tuo ginecologo, nella più standard delle situazioni, ogni 4 settimane (e nelle ultime 6 settimane di gestazione, l´appuntamento viene rinnovato ogni 15 giorni). Dover andare così spesso dall’altra parte della città potrebbe crearti non pochi disagi. E inoltre, in caso di emergenze, avere il ginecologo vicino casa facilita di molto la situazione.

Una volta fissato il primo appuntamento e accertato lo stato interessante, il ginecologo provvederà a rilasciarti quello che sarà probabilmente il documento piú importante di tutta la gravidanza: il Mutterpass. Su questo libretto, d´ora in avanti, verranno annotati tutti i valori misurati a ogni visita, gli esiti delle diverse analisi del sangue che verranno condotte, i parametri importanti delle (almeno) 3 ecografie effettuate nei 9 mesi.

Ma andiamo con ordine: come è strutturata una visita di routine dal ginecologo durante la gravidanza?

Non stupirti se al tuo arrivo ti verrà dato un bicchiere di plastica con su scritto il tuo cognome: ti servirà per una veloce analisi delle urine, svolta in loco e sul momento!

Successivamente ti verrà misurata la pressione, verrai pesata e ti verrà effettuato un prelievo di sangue. A partire dalla ventottesima settimana di gravidanza, inoltre, verrà effettuato un monitoraggio (il CTG) finalizzato a tenere sotto controlloil battito del feto, i suoi movimenti ed eventuali contrazioni.

Le ecografie, come detto, sono almeno 3, così calendarizzate:

  • La prima fra la nona e la dodicesima settimana di gravidanza.
  • La seconda fra la diciannovesima e la ventiduesima settimana.
  • La terza fra la ventinovesima e la trentaduesima settimana.

Queste 3 ecografie sono pagate dalla tua Krankenkasse, ma nessuno ti impedisce di richiederne delle altre di cui, però, sarai tu a sostenere i costi.

E a proposito di prestazioni coperte dalla assicurazione sanitaria, vale la pena di citare, fra le tante, quelle offerte da una Hebamme. Questa figura professionale è l´equivalente italiano dell´ostetrica e ti accompagnerà, se deciderai di sceglierne una, durante tutta la gravidanza e fino a 8 settimane dopo il parto.

Ma in cosa consiste il lavoro di una Hebamme? La sua assistenza affianca (non sostituisce!) quella del tuo ginecologo. Gli incontri di solito si tengono presso il suo studio (ma potrebbero essere concordati anche a casa tua) solitamente una volta al mese. Durante questi incontri l´Hebamme ti tasterà la pancia e, quando diventerà possibile, sentirà assieme a te il battito del tuo bimbo. Alla tua Hebamme potrai porre tutte le domande che ti verranno in mente e chiedere ogni genere di consiglio e chiarimento a proposito della gravidanza. In questo senso è molto importante che fin dal primo incontro (che sarà conoscitivo) scatti fra di voi un feeling positivo. Devi sentirti a tuo agio con lei! Le Hebamme offrono inoltre diversi servizi, come corsi preparto, agopuntura o ginnastica postparto. Non tutte queste prestazioni sono coperte al 100% dalla assicurazione sanitaria, dipende anche a quale Krankenkasse tu sei iscritta. Il consiglio è ovviamente quello di chiedere informazioni non appena avrai scoperto di essere incinta.

Decidere di rivolgersi a una Hebamme non è un obbligo, ma un´opportunità che si può cogliere o meno. I criteri di ricerca potrebbero essere più o meno quelli già suggeriti per il ginecologo, anche se la vicinanza è, in tal caso, ancor più determinante: l´Hebamme, come detto, ti seguirà anche nelle 8 settimane dopo il parto. Ma in questi 2 mesi sarà lei a venire a casa tua (secondo appuntamenti stabiliti di comune accordo). E qualora il tuo appartamento fosse troppo lontano dalla sua Praxis, potrebbe lei stessa decidere di non accettarti fra le sue assistite.

Puoi effettuare la ricerca di una Hebamme per quartiere (su Lipsia), in modo da vedere quante e quali sono vicine a te.

Negli ultimi mesi di gravidanza si porrà poi un altro interrogativo: dove partorire?

La città di Lipsia offre diverse soluzioni. Solo per citarne alcune: St. Georg, St. Elisabeth, Universitätsklinikum. Potresti facilitarti la scelta partecipando alle cosiddette Infoabends, incontri regolarmente organizzati dalla clinica (o ospedale), in cui viene offerta la possibilità di conoscere, almeno in parte, il personale del reparto e vedere la struttura al suo interno, in particolare la sala parto.

Ti basterà consultare la pagina web del centro per scoprire dove e quando si tengono queste serate informative.

Tutto quanto descritto in questo articolo riassume in maniera estrema un percorso che dura 40 settimane, omettendo (volontariamente) tutto ció che concerne casi particolari, e racconta sinteticamente cosa fare nel caso di una gravidanza che procede in maniera lineare.

Ma qualora così non fosse, no panic! In tutto ció che ci sarà da fare, sarai seguita, consigliata e indirizzata dal tuo ginecologo.

Alles Gute!

Foto di Gerd Altmann da Pixabay

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...