Angela Merkel – conferenza del 22 marzo 2020

testo originale in tedesco (traduzione italiana di Francesco Fulco)

Questo senso comune, questo “essere presenti per gli altri” ci terranno uniti attraverso questi tempi difficili

Buongiorno signore e signori ,

oggi pomeriggio ho discusso al telefono in maniera dettagliata con i ministri degli Stati. Siamo tutti consapevoli della serietà della situazione.

Il Coronavirus si sta diffondendo nel nostro Paese con una velocità allarmante. Oggi abbiamo discusso sulle nostre misure preventive e rimedi. Non abbiamo ancora vaccini o medicine, piuttosto abbiamo da un lato solo gli sforzi intrapresi per preparare il nostro sistema sanitario, soprattutto gli ospedali, al continuo aumento dei contagi. Dall’altro lato abbiamo il nostro comportamento.

Quest’ultimo è tuttora il mezzo più efficace a nostra disposizione. Ciò significa ridurre la vita pubblica al minimo, fino a che sarà sostenibile e ridurre quanto possibile gli incontri con le persone, a cui potrebbe passare il contagio.

Sapete, che lo Stato e i Länder si sono accordati riguardo a misure drastiche già lunedì . Avevamo concordato che avremmo fatto il punto della situazione nel fine settimana.

Oggi, domenica, ci rendiamo conto di ciò in tutta la Germania: le nostre città, traffico, la nostra vita economica e privata sono completamente diverse rispetto alla scorsa settimana. La maggior parte delle persone ha compreso, che adesso dipende da ognuno di noi, che ognuno può e deve fare la sua parte per arrestare il virus.

Prima di spiegarvi in dettaglio le linee guida, su cui lo Stato e e i Länder hanno concordato, è per me importante rivolgermi a coloro che si attengono alle regole comportamentali necessarie. Vi ringrazio. Sono consapevole che comporta sacrificio e rinuncia, economicamente e umanamente, se i negozi devono chiudere, se non è possibile incontrare persone e ancora più doloroso, se non è più possibile visitare i nonni o gli amici. Tutti dobbiamo rinunciarci per un periodo.

Mi commuove molto il fatto che così tanti si attengano alle regole di comportamento. In questo modo mostriamo attenzione per persone anziane e malate. Per loro il virus sarebbe estremamente pericoloso. Così salviamo vite.

E’ già stato annunciato mercoledì: tanto quanto è dinamico lo sviluppo del virus, così flessibilmente devono adattarsi le nostre misure preventive. Dobbiamo essere in grado di imparare dagli esperti, che acquisiscono sempre nuove conoscenze riguardo all’epidemia, e dall’osservazione della realtà.

Quali misure vengono messe in pratica senza problemi e dove ci sono ancora difficoltà e perché.

Per questo motivo il governo federale e quelli regionali hanno concordato oggi in dettaglio le linee guida di comportamento e per la libertà di movimento e mobilità, a cui tutti si dovranno attenere.

In questo modo riduciamo ulteriormente la vita pubblica e i contatti sociali e faremo in modo che in tutta la Germania valgano le stesse regole di base.

Molti cittadini hanno espresso chiaramente il desiderio, di volere chiarezza anche in uno Stato federale. Tutti devono sapere che tutti i piani statali in Germania (Stato, Stati i e comuni) lavorano ad un grande, vitale obiettivo, ovvero conquistare del tempo nella lotta contro il virus.

Per questo motivo ci siamo messi d’accordo su queste linee guida, che vi voglio elencare:

1- Cittadine e cittadini sono tenuti a ridurre al minimo assoluto contatti con altre persone al di fuori della propria casa.

2- Mantenere in pubblico la distanza minima di 1,5 metri, se possibile, ancora meglio se due metri.

3- La permanenza in luoghi pubblici è consentita solo da soli o con una sola persona non vivente nella propria casa o non familiare.

4- Sono consentiti gli spostamenti per il lavoro, per l’assistenza in caso di necessità, spese, visite dal medico, partecipazione a meetings, ad appuntamenti necessari e a esami, aiuti per altri o sport individuale all’aria aperta, così come altre attività necessarie.

5- Considerata la gravità della situazione nel nostro Paese sono inaccettabili gruppi di persone festanti nelle piazze, negli appartamenti o in strutture private. Infrazioni contro le restrizioni dei contatti verranno monitorate e sanzionate dalla polizia.

6- I ristoranti verranno chiusi, ad eccezione della consegna a domicilio e del ritiro di cibi take-away da consumare a casa.

7- I Servizi nell’ambito della cura del corpo, come parrucchieri, estetisti, saloni per massaggi e tatoos o simili verranno chiusi, perché in simili luoghi e tipi di lavoro un contatto fisico è fondamentale. Perciò questi servizi non sono concordi alle linee guida date da noi.

Terapie mediche necessarie continueranno ad essere consentite.

8- In tutte le aziende e in particolare in quelle aperte al pubblico è importante mantenere le norme igieniche e mettere in pratica efficaci misure protettive per lavoratori e pubblico.

9- Questi provvedimenti avranno la durata di almeno due settimane.

Affinché ognuno sappia, dove lui o lei vive o dove lui si trova. Ognuno nelle prossime settimane deve organizzare i propri movimenti e vita secondo queste chiare disposizioni.

Nessuno di noi, che abbiamo la responsabilità politica nella democrazia, si è mai auspicato di dover introdurre tali regole ai cittadini.

Vi dico: queste non sono semplicemente raccomandazioni dello Stato. Sono regole nell’interesse di tutti. Le forze dell’ordine controlleranno e dove troveranno infrazioni seguiranno conseguenze e punizioni.

Ripeto perciò il mio appello urgente a tutti voi,anche a quelli che hanno avuti problemi a seguire le regole nei giorni scorsi:

Vi prego cooperate: Fate ciò che è giusto per il nostro Paese. Mostrate giudizio e cuore. Innumerevoli cittadini lavorano nel sistema sanitario o mantengono il nostro approvvigionamento quotidiano. Dobbiamo ringraziarli sempre.

Siamo tuttavia soprattutto debitori nei loro confronti perché offrono al virus così poche possibilità di diffondersi.

In questa giornata è un grosso incoraggiamento vedere che milioni e milioni di persone contribuiscono attivamente a questa rinuncia per il senso comune e alla cura per gli altri. Sono convinta: questo senso comune, questo “essere presenti per gli altri” ci terranno uniti attraverso questi tempi difficili.

Molte grazie.

credit photo: Bundesregierung

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...