Comunicato del 31.03 del Freistaat Sachsen

Lo Stato libero della Sassonia adotta la nuova ordinanza sulla protezione contro il Covid19

31/03/2020, ore 16.21

Traduzione di Mara Boifava

Le restrizioni di movimento sono state prolungate in Sassonia fino alla fine delle vacanze pasquali.
Il governo ha approvato oggi una nuova ordinanza legale del Ministero degli Affari Sociali della Sassonia per la protezione contro il corona virus SARS-CoV-2 e COVID-19. L’ordinanza prescrive ulteriori restrizioni al movimento delle persone nel Stato Libero di Sassonia e sostituisce la precedente ordinanza generale “restrizioni alle uscite” del 22 marzo 2020 e scadrà alla termine della giornata del 19 aprile 2020.
Inoltre, la sentenza generale “Esecuzione della legge sulla protezione dalle infezioni – Misure in occasione della pandemia di Covid19 – Divieto di eventi” del 20 marzo 2020 è stata rivista e scadrà anche nella sua versione attuale allo scadere del 19 aprile 2020.
L’obiettivo della nuova ordinanza sulle iniziali restrizioni è quello di continuare a ridurre al minimo il contatto fisico e sociale tra le persone al fine di prevenire ulteriori infezioni. Inoltre, l’applicazione dei divieti attraverso multe e sanzioni è stata regolamentata in modo chiaro.

Il ministro degli Affari sociali Petra Köpping: “In linea di principio, lo stesso vale anche qui in Sassonia: è vietato uscire di casa senza un valido motivo. Tra i motivi validi vi sono ancora il lavoro e l’assistenza d’emergenza dei minori. Continuerà ad essere consentito fare la spesa e saranno permessi i servizi di ritiro e consegna, anche nell’ambito del volontariato. Inoltre i cittadini hanno la possibilità di uscire di casa per le visite dal medico e le cure mediche. Vorrei sottolineare ancora una volta che non vogliamo tenere nessuno sotto guinzaglio con queste restrizioni di moveimento. Le abbiamo promulgate per proteggere la nostra salute”.
Inoltre anche il regolamento sullo sport e l’esercizio fisico all’aria aperta è stato modificato. “Anche in questo caso la regola è che l’esercizio all’aperto deve avvenire soprattutto nel circodario della propria abitazione, da soli, accompagnati dal proprio partner o con i membri della propria famiglia”, dice Köpping. “In casi eccezionali, tuttavia, è consentito accompagnarsi a un’altra persona che non vive nella stessa casa. Ma questa eccezione non costituisce la regola. Si intende soprattutto l’accompagnamento di anziani soli che altrimenti non uscirebbero di casa”, spiega il ministro degli Affari sociali.

In futuro sarà inoltre possibile frequentare, sia all’aperto che al chiuso, i mercati ambulanti di generi alimentari, di prodotti per l’orticoltura, per il giardinaggio domestico e di prodotti per animali domestici, a condizione che sia garantita una distanza minima di 2 metri tra gli stand di vendita.
Inoltre, è possibile lasciare l’appartamento per la cura cura indispensabile degli animali domestici.

È anche possibile accompagnare persone bisognose di sostegno e minori, così come assistere persone in punto di morte e ai funerali nella cerchia dei parenti stretti il cui il numero di persone non deve essere superiore a 15.

Con poche eccezioni, tuttavia, sono completamente vietate le visite a case di riposo e di cura, agli istituti e alle comunità di vita assistite ambulatoriali così come alle case-famiglia con persone disabili, agli ospedali e alle strutture di prevenzione e riabilitazione.

Sono esenti dal divieto le visite dei parenti stretti ai reparti di maternità, ai reparti di pediatria e di cure palliative, nonché agli ospizi e alle visite di cordoglio a parenti stretti in punto di morte.

Sono inoltre escluse dal divieto le visite necessarie dei dipendenti dell’Ufficio per l’assistenza ai giovani, tra cui l’ASD (Servizio sociale generale), il tutore ufficiale e le visite di persone autorizzate a prendersi cura di persone o di persone autorizzate in caso di emergenza medica urgente. Queste hanno l’obbligo concordare la loro visita in anticipo con la direzione della struttura interessata.

Chiunque ha l’obbligo di dichiarare i motivi per cui si è allontanato da casa alle autorità di vigilanza che effettuino un controllo.

Ciò può essere fatto presentando un certificato del datore di lavoro, una carta aziendale o di servizio o portando con sé i documenti personali. “La polizia e le autorità di vigilanza controllano a campioni, ma sistematicamente”, ha detto oggi a Dresda il ministro dell’Interno Prof. Roland Wöller.

Nell’ambito della nuova ordinanza, il governo dello Stato sassone ha quindi concordato oggi la creazione di un elenco di multe per contenere il corona virus in Sassonia.

Inoltre, l’applicazione dei divieti mediante multe e sanzioni è stata chiaramente regolamentata.

Sono state definite le seguenti tre violazioni essenziali e frequenti e le relative serie di regole o multe:

Norma violazione Destinatario dell’avviso di multa Multe in Euro
§ Articolo 2, paragrafo 1, del regolamento Uscire di casa senza un valido motivo Persona che viola il divieto 150 EUR
§ 3 N. 1 – 3 VO reato contro il divieto di visita Persona che viola il divieto di visita 500 Euro
§ 3 N. 1 – 3 VO Superamento del numero di persone ivi indicato Gestione delle strutture 500 – 1.000 Euro a seconda delle dimensioni della struttura
Tabella delle violazioni e multe

Anche alle multe si applica il principio di proporzionalità. Può essere inflitta una multa, ad esempio, da cinque a 55 euro.

Il Ministro dell’Interno Prof. Wöller: “Finora abbiamo sempre fatto appello alla comprensione e al buon senso dei cittadini e abbiamo fatto riferimento alle norme della legge sulla protezione dalle infezioni. Ora, nei giorni e nelle settimane passati, siamo giunti alla conclusione che questo da solo non basta più.

Dal 16 marzo sono state riscontrate in Sassonia complessivamente 1.084 violazioni della legge sulla protezione dalle infezioni tra reati amministrativi e penali.

C’è stato un drastico aumento venerdì scorso con 199 violazioni, il giorno dopo ce ne sono state ancora 190 e ieri ci sono state 158 violazioni”.

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...