Aiuti aggiuntivi, Neustarthilfe e ponti oltre la crisi- secondo round

La rinnovata chiusura temporanea di singoli settori per contenere la pandemia in Germania sta colpendo duramente molte aziende, lavoratori autonomi, artisti, associazioni e istituzioni. Per sostenerli in modo rapido ed efficace il Bundesregierung ha integrato i programmi di aiuto già esistenti con ulteriori aiuti economici straordinari.

di Mara Boifava

Gli aiuti a favore della corona erogati dal Governo federale vengono continuamente adeguati e ampliati. Ad esempio, la cerchia degli aventi diritto a richiedere i Novemberhilfe è stata ampliata per fornire un’assistenza efficace e rapida a tutte le persone colpite. Gli attuali Überbrückungshilfen saranno prorogati e ampliati fino al giugno 2021. In particolare, il nuovo Überbrückungshilfe III prevede miglioramenti significativi per Soloselbstständige, strutture turistiche e per i  settori culturale e di eventi. Inoltre, il prestito rapido di KfW verrà ampliato e reso disponibile anche per le piccole imprese (kleine Unternehmer), in modo da creare rapidamente liquidità.

Con i Neustarthilfe i lavoratori autonomi, che spesso non possono sostenere i costi di gestione, riceveranno un sostegno sstraordinario fino a 5000 euro una tantum – come sovvenzione non burocratica. Questo aiuta soprattutto i lavoratori autonomi del settore culturale e degli eventi che sono particolarmente colpiti dalle restrizioni ai loro ingaggi durante la pandemia.

Olaf Scholz, ministro federale delle Finanze.

            YouTube– Olaf Scholz- Corona- Hilfen und Konjunkturprogramm    (è possibile inserire i sottotitoli con il primo tasto in basso a destra)

Quali programmi sono previsti?

Novemberhilfe-  riassunto (per approfondire vedere anche il precedente articolo)

Programma di aiuti per le aziende, gli imprenditori, i lavoratori autonomi, le associazioni e le istituzioni gravemente colpiti dalle chiusure temporanee di novembre. Per loro sono stati previsti aiuti economici straordinari per un totale di 14 miliardi di euro.

Ai soggetti direttamente e indirettamente interessati (a determinate condizioni anche indirettamente) saranno concesse sovvenzioni pari al 75 per cento del fatturato medio settimanale nel novembre 2019 per ogni settimana di chiusura. Le sovvenzioni superiori a 1 milione di euro richiedono ancora l’approvazione della Commissione UE.

Chi può richiedere questo tipo di aiuti?

  • Società direttamente interessate. Possono presentare domanda tutte le aziende, le imprese, i lavoratori autonomi, le associazioni e le istituzioni direttamente interessate dalle chiusure temporanee decretate il 28 ottobre 2020. Questo include strutture turistiche e luoghi per eventi, ad esempio pensioni, ostelli della gioventù e sale da concerto.
  • Società affiliate (ossia società con più filiali, sedi o gemellaggi con altre società): possono presentare domanda di finanziamento se cade più dell’80% dell’intero fatturato del gruppo, in cui si trovano società direttamente o indirettamente colpite dalla crisi.
  • Imprese indirettamente interessate. Tali società possono presentare domanda se generano regolarmente l’80% delle loro vendite con le società direttamente colpite dalle misure del lockdown di novembre.

        Esempio: un servizio di catering che rifornisce una fiera tramite un’agenzia di eventi può presentare una richiesta degli aiuti e fornire le  prove della perdita di fatturato (come annullamenti di eventi ecc.). La fiera viene chiusa come azienda direttamente  interessata; l’agenzia di eventi è considerata un’azienda indirettamente interessata se genera l’80% del suo  fatturato con la fiera e con altre aziende direttamente interessate. Tuttavia, poiché l’agenzia di eventi è il partner  contrattuale del  catering e non direttamente la fiera, questo chiarimento è importante. Il chiarimento fornisce un supporto al ristoratore come azienda indirettamente interessata.

  • NUOVO- Le aziende che generano regolarmente l’80% delle loro vendite attraverso terzi fornendo beni e servizi per conto di società direttamente colpite dalle misure. Possono presentare domanda anche le imprese che lavorano indirettamente per un’impresa direttamente interessata dal lockdown. Questo aiuta, ad esempio, molte aziende e lavoratori autonomi del settore culturale e degli eventi come ingegneri del suono, costruttori di palchi e tecnici dell’illuminazione. Queste aziende e i lavoratori autonomi devono presentare prove certe di una loro perdita di fatturato superiore all’80% a causa del lockdown del 28 ottobre 2020.

Se un’impresa realizza vendite in novembre nonostante la chiusura, queste vendite non verranno accreditate fino al 25% delle vendite a confronto con quelle del novembre precedente. Una regola speciale si applica ai ristoranti che vendono cibo fuori casa. Su questo punto potete vedere spiegazioni e esempi in questo articolo (paragrafo ristoranti sotto il punto Tipi di aiuti per i diversi gruppi lavorativi, Wirtschaftshilfe im November).

Cosa vale di nuovo per i lavoratori autonomi?
I lavoratori autonomi possono scegliere di utilizzare come base per la richiesta degli aiuti o il fatturato settimanale medio del 2019 o il fatturato del novembre 2019. Le giovani aziende fondate dopo l’ottobre 2019 possono scegliere come fatturato di riferimento o il fatturato settimanale medio di ottobre 2020 o quello settimanale medio dalla fondazione.

Nella richiesta degli aiuti (Antragsstellung) i lavoratori autonomi che non richiedono un sussidio superiore a 5.000 euro non sono più tenuti a presentare la domanda tramite un contabile, commercialista, consulente fiscale o altre figure professionali. I Selbständige potranno presentare direttamente la domanda sulla piattaforma in base a speciali requisiti di identificazione.

Programma di crediti KfW- Novità

Il Governo federale ha prorogato il programma speciale KfW, compreso il KfW-Schnellkredit fino al 30 giugno 2021, per continuare a fornire alle imprese liquidità. Non appena la Commissione europea avrà approvato la proroga della disciplina degli aiuti di Stato esistente gli aiuti corrispondenti potranno essere concessi anche nel 2021.

Dal 9 novembre 2020 anche le aziende con un massimo di 10 dipendenti possono utilizzare il credito rapido KfW. In questo modo le imprese con condizioni economiche ordinate possono ottenere rapidamente un prestito fino a 300.000 euro dalla loro banca, a seconda del fatturato del 2019. Non verrà effettuata alcuna valutazione del rischio di credito: il Governo federale si assume l’intero rischio ed esonera le banche principali dalla responsabilità. Maggiori informazioni sul programma speciale KfW ampliato si trovano sul sito del Bundesfinanzministerium.

Sono state migliorate anche le norme per il saldo dei crediti veloci KfW. Dal 16.11.2020 è ora possibile saldare i prestiti anticipatamente e in percentuale, senza penali di rimborso anticipato. Questo facilita la combinazione con altri programmi di aiuto Corona.

Il prestito rapido KfW si è rivelato un importante sostegno per piccole e medie imprese tedesche durante la crisi. Finora sono stati impegnati oltre 5 miliardi di euro nell’ambito di questo programma. Il prestito rapido KfW sarà disponibile con i seguenti punti chiave:

  • Il prestito rapido KfW è a disposizione delle piccole e medie imprese e dei lavoratori autonomi che operano sul mercato almeno dal 1° gennaio 2019.
  • Inoltre, la società deve aver realizzato un utile nel complesso degli anni 2017-2019 o nell’anno 2019. Se l’azienda è stata sul mercato solo per un periodo più breve verrà utilizzato questo periodo come riferimento.
  • Il volume di credito per gruppo di aziende è pari al 25% del fatturato annuo nel 2019, fino a un massimo di 800.000 euro per le aziende con più di 50 dipendenti, fino a un massimo di 500.000 euro per le aziende fino a 50 dipendenti e fino a un massimo di 300.000 euro per le aziende fino a 10 dipendenti.
  • La società non deve essere stata in difficoltà al 31 dicembre 2019 e deve trovarsi in una situazione finanziaria ordinata a tale data.
  • Il tasso di interesse attuale è del 3% con una durata di 10 anni.
  • La banca riceve un’indennità del 100% dal KfW, garantita dal Governo federale.
  • Il prestito viene approvato senza un’ulteriore valutazione del rischio di credito da parte della banca o della KfW. Ciò consente di approvare rapidamente il prestito. Non sono richieste garanzie.

Überbrückungshilfe III/Neustarthilfe für Selbständige

Il ministro federale delle Finanze Olaf Scholz e il ministro federale dell’Economia Peter Altmaier hanno pianificato ulteriori aiuti per liberi professionisti e settori culturali e turistici.

“La pandemia continua ad attanagliare il nostro Paese. Il virus non è stato sconfitto e continuerà ad affiancarci fino all’anno prossimo. I cittadini, i lavoratori e le imprese possono contare su di noi per superare insieme questa crisi, questo è quanto ho detto fin dall’inizio. Per questo motivo abbiamo messo insieme un ulteriore pacchetto di aiuti, prorogando le offerte esistenti fino alla metà del prossimo anno e migliorando le offerte per alcuni settori colpiti che finora hanno ricevuto meno sostegno. Con il Neustarthilfe i lavoratori autonomi, che spesso non possono sostenere i costi di gestione, riceveranno un unico sostegno speciale fino a 5.000 euro, come sussidio non burocratico. Questo aiuta soprattutto i lavoratori autonomi del settore culturale e degli eventi, che sono particolarmente colpiti dalle restrizioni alla pandemia. Una cosa è chiara: possiamo sconfiggere il virus solo insieme. Ora dobbiamo stare uniti e aiutare coloro che sono stati particolarmente colpiti, sia in termini di salute, sia di economia o di società. Solo con un aiuto massiccio possiamo mantenere i posti di lavoro e le imprese e porre le basi per una piena ripresa dopo la crisi. Questo è ciò che stiamo facendo, e stiamo facendo tutto il possibile per contrastare la crisi”.
Ministro federale delle Finanze Olaf Scholz

“Non lasceremo le nostre aziende e i loro dipendenti da soli in questa situazione ancora grave. Il Novemberhilfe sarà ulteriormente concretizzato e arriverà die Überbrückungshilfe III, che sarà valido fino a giugno del prossimo anno. Il volume di questo ultimo aiuto sarà notevolmente ampliata: invece del precedente massimo di 50.000 euro al mese, il nuovo importo massimo degli aiuti sarà fino a 200.000 euro al mese. Forniamo inoltre un sostegno speciale ai lavoratori autonomi che, per la prima volta, potranno richiedere un’indennità forfettaria per le spese di gestione. Ciò è particolarmente utile per i molti lavoratori autonomi che lavorano da soli nel settore della cultura e dei media. La solidarietà è all’ordine del giorno e questo vale soprattutto per la nostra identità culturale, alla quale non dobbiamo rinunciare in questa grave crisi”.
Il ministro federale dell’Economia Peter Altmaier

Con il programma Überbückungshilfe il Bundesregierung sostiene le imprese, i lavoratori autonomi e i liberi professionisti che sono particolarmente colpiti dalle misure contro la pandemia. Si tratta di sovvenzioni (Zuschuss) veloci e non burocratiche che non devono essere restituite. II programma Überbrückungshilfe II è attualmente in vigore fino al 31 dicembre 2020 e sarà prorogato e ampliato come Überbrückungshilfe III fino alla fine di giugno 2021. I dettagli sono stati determinati e saranno resi noti a breve: tra essi ulteriori miglioramenti in questo settore, ad esempio la possibilità di detrarre dalle tasse le spese per la manutenzione, quelle di modernizzazione o i costi di ammortamento (estinzione mediante rimborso graduale di un debito o di un mutuo).

Le spese di gestione delle imprese potranno ora essere rimborsate fino a un massimo di 200.000 EUR al mese al posto del precedente massimo di 50.000 EUR al mese.

Il nuovo Überbrückungshilfe comprende anche il cosiddetto Neustarthilfe für Soloselbstständige. In questo modo si vuole tener conto della situazione particolare dei lavoratori autonomi, in particolare degli artisti e degli operatori culturali. In futuro, questi riceveranno una sola volta un importo forfettario come sovvenzione imponibile (steuerbare Zuschuss) per i costi di gestione fino a 5.000 euro per il periodo fino alla fine di giugno 2021. Con tale sovvenzione il precedente rimborso dei costi fissi sarà integrato da una somma forfettaria un’unica volta per coprire le spese di gestione (Neustarthilfe).

Il Neustarthilfe non deve essere dedotto dalle prestazioni per la previdenza sociale di base o simili. Si tratta di una sovvenzione rapida e non burocratica che non è da rimborsare, se i requisiti della domanda sono soddisfatti.

Il ministro Scholz al Tagesschau Das Erste:

Le generose soluzioni forfettarie hanno lo scopo di aiutare e sostenere coloro che non possono calcolare i costi in termini reali. Il programma Überbrückungshilfe sarà esteso e ampliato.

Video dalla mediateca del Bundesfinanzministerium (sul sito con sottotitoli- UT)

Chi può richiedere questo tipo di aiuto?

I lavoratori autonomi che non hanno diritto o non possono chiedere il rimborso dei costi fissi con  i rimanenti Überbrückungshilfen, ma che hanno comunque dovuto accettare un forte calo del fatturato. Altro requisito è che questi lavoratori abbiano percepito almeno il 51% del loro fatturato da attività di lavoro autonomo in un anno normale (riferimento al 2019).

Le persone interessate che hanno iniziato il loro lavoro autonomo dopo il 1° ottobre 2019 e che quindi non possono mostrare il fatturato annuale per il 2019 possono scegliere come fatturato mensile di riferimento il fatturato medio mensile dei due mesi precedenti la crisi, ovvero gennaio e febbraio 2020 o il fatturato medio mensile del 3° trimestre 2020 (dal 1° luglio al 30 settembre 2020).

Soddisfatti questi requisiti i Selbständige potranno ricevere un’unica volta un pagamento del 25 per cento del fatturato del corrispondente periodo pre-crisi nel 2019.

A quanto ammonta la somma? 

La somma forfettaria dei costi di gestione sarà concessa per intero solo se il fatturato del lavoratore autonomo è diminuito di oltre il 50% se si confrontano i fatturati in periodi di sette mesi da dicembre 2020 a giugno 2021 e un corrispettivo periodo di sette mesi nel 2019.

La somma forfettario per le spese di gestione è un pagamento una sola volta del 25% del fatturato di riferimento di sette mesi, fino a un massimo di 5.000 euro.
Per determinare il fatturato di riferimento (Referenzumsatz) nel 2019, si prende come base il fatturato mensile medio dell’anno 2019 (fatturato mensile di riferimento). Il fatturato di riferimento è sette volte il fatturato mensile di riferimento.

Esempi:

Jahresumsatz 2019 Referenzumsatz Neustarthilfe (max. 25 Prozent)
ab 34.286 Euro 20.000 Euro und mehr 5.000 Euro (Maximum)
30.000 Euro 17.500 Euro 4.375 Euro
20.000 Euro 11.666 Euro 2.917 Euro
10.000 Euro 5.833 Euro 1.458 Euro
5.000 Euro 2.917 Euro 729 Euro

Quando e come verrà pagato il Neustarthilfe?

L’Überbrückungshilfe III con il Neustarthilfe varrà a partire dal 1° gennaio 2021. Esso verrà versato come anticipo, anche se al momento della richiesta non sono ancora note le perdite concrete del fatturato nel periodo dicembre 2020-giugno 2021.

Grazie alla necessaria programmazione tecnica e al coordinamento con i Länder e la Commissione UE le domande possono essere presentate alcune settimane dopo l’inizio del programma nel nuovo anno. I dettagli della domanda saranno probabilmente stabiliti nelle prossime settimane.

Rimborsi

Gli anticipi dovranno essere rimborsati proporzionalmente, se contrariamente alle aspettative iniziali, il fatturato durante la durata del programma dovesse superare il 50% del fatturato di riferimento per il periodo di sette mesi.

Deve essere rimborsato:

  • un quarto del Neustarthilfe, se il fatturato è compreso tra il 50 e il 70 per cento di quello del periodo di riferimento.
  • la metà se il fatturato è compreso tra il 70 e l’80 per cento di quello di riferimento.
  • tre quarti se il fatturato è compreso tra l’80 e il 90 per cento.
  • Se il fatturato realizzato supera il 90% del fatturato di riferimento, allora i Neustarthilfe dovranno essere interamente rimborsato.
  • Se il rimborso così calcolato è inferiore a un banale importo di 500 euro non è richiesto alcun rimborso.

Esempio: con un fatturato medio del 75 per cento durante il periodo di sostegno un lavoratore autonomo che ha ricevuto 4.375 euro di Neustarthilfe dovrebbe rimborsare la metà.

Al termine del periodo di sostegno i beneficiari devono preparare un conto finale con autovalutazione. Nell’ambito di questa autovalutazione, deve essere aggiunto al fatturato da lavoro autonomo ogni entrata da lavoro dipendente Gli eventuali rimborsi dovuti devono essere notificati spontaneamente al Bewilligungsstelle e versati tramite bonifico entro il 31 dicembre 2021. Verranno effettuate verifiche per combattere le frodi sulle sovvenzioni.

Per altri aiuti alla cultura potete leggere il paragrafo sul programma Neustartkultur (ultimo paragrafo).

Nuovi aiuti per studenti

Grafik zu Unterstützungsangeboten für Studierende. (Weitere Beschreibung unterhalb des Bildes ausklappbar als "ausführliche Beschreibung")

Foto: Bundesregierung

La pandemia pone molti studenti davanti a serie difficoltà economiche, come pagamenti di debiti, tasse universitarie o affitti.a Il governo federale li sostiene quindi con aiuti finanziari, come ad esempio la BAföG e l’Überbrückungshilfe.

Quali programmi sono previsti?

  • BAföG: adattato nel contesto della pandemia Corona. Continuerà ad essere pagato anche se l’insegnamento nelle scuole e nelle università è sospeso. Inoltre, l’accesso al sussidio è stato reso più facile: la richiesta di BAföG (Antrag) è quindi utile per molti studenti che in precedenza guadagnavano abbastanza con un lavoro a tempo parziale o che erano mantenuti dai genitori e il cui reddito è andato perso a causa della situazione.

FAQ sul Bafög e i suoi criteri

Gli studenti della Sassonia-Anhalt, della Renania-Palatinato, di Berlino, dell’Assia e della Westfalia possono ora candidarsi al BAföG in modo semplice e veloce con il nuovo assistente digitale. Il governo federale e i Länder hanno sviluppato congiuntamente questa procedura guidata uniforme. Questo modello uniforme verrà reso in seguito disponibile in ogni Stato federale e sostituirà i moduli di domanda digitali differenti da Land a Land.

Antrag e assistente digitale Bafög

  •   Überbrückungshilfe: borsa di studio dell’unione studentesca e prestito KfW per gli studenti che non ricevono BAföG (fuori           corso,  secondo ciclo di studi o  situazione di emergenza a causa della pandemia). Possono presentare domanda gli studenti che al momento della domanda sono iscritti a una Hochschule statale o riconosciuta dallo Stato in Germania, vivono in Germania e non sono stati in congedo. Questo vale per gli studenti provenienti dalla Germania e dall’estero, senza limiti di età.

Ci sono due possibilità:

  1. borsa di studio dello Studierendenwerke: può essere concessa agli studenti fino a un importo mensile di 500 euro. I 57 sindacati studenteschi regionali sono responsabili dell’elaborazione della domanda. A causa della pandemia, è ora possibile presentare una domanda online per l’intero semestre invernale.
  2. Prestito KfW per studenti: anche il prestito per studenti di lunga data del Kreditanstalt für Wiederaufbau (KfW) offre un sostegno stabile e rapido fino a 650 euro al mese e viene concesso agli studenti senza interessi per l’intero anno 2021. Gli studenti stranieri possono ancora fare domanda fino al marzo 2021

 

Foto in copertina- Sguardo sul Karl-Heine Kanal (Plagwitz)

Link per approfondire: 

Baratri e ponti, la crisi e come trovare i soldi per uscirne

Bundesregierung- Novemberhilfe (aiuti per il mese di novembre per imprese )

Bundesfinanministerium- Neue Corona Hilfe

Bundesregierung- Vollzugshinweise für die Gewährung von Corona-Novemberhilfe (Indicazioni per ottenere gli aiuti di novembre)

Bundesministerium für Wirschaft und Energie- piattaforma per richiedere gli  Überbrückungshilfen für November

FAQ Domande e risposte sui Novemberhilfe

KfW– Corona Hilfe e crediti per imprese

KfW- Schnellkredit

KfW- Sonderprogramm

Mehr Hil­fe für So­lo­selb­stän­di­ge und die Kul­tur- und Ver­an­stal­tungs­bran­che

Bundesregierung- Aiuti per studenti 

Wellenbrecher Lockdown: Lockdown d’arginamento

Überbrückungshilfe Plattform

Penale di rimborso anticipato o Vorfälligkeitsentschädigung

Bundesministerium für Bildung und Forschung- Bafög

FAQ Bafög e criteri

Antrag Bafög e documenti richiesti

Introduzione alla piattaforma digitale Bafög

Digitaler Antrag Bafög

Bundesministerium für Bildung und Forschung- Antrag borsa di studio Studierendenwerke

Prestito KfW per studenti

Deutschlandsstipendium

Bildungskredit

Aufstiegsstipendium

Bundesregierung- Überbrückungshilfe für Studierende wird verlängert

9 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...