No ai Querdenker: Lipsia e il decreto restrittivo cittadino

Il gruppo Querdenken sta manifestando in Germania contro le misure contro il COVID-19. La prossima manifestazione è prevista a Lipsia il 19 dicembre. Per frenare comportamenti che possano mettere a rischio la salute pubblica, la città di Lipsia il 16 dicembre ha pubblicato un decreto generale locale, che sarà in vigore dal 17 a tutto il 19 dicembre 2020 e sarà valido in tutta l’area urbana della città di Lipsia. 

di Mara Boifava

Con questo volantino i Querdenker presentano la manifestazione prevista a Lipsia il 19.12

https://t.me/leipzig1912/45

 

Keine Beschreibung verfügbar.

Per il momento la Demo non è ancora stata iscritta nell’albo cittadino. Tuttavia a causa della situazione pandemica, dell’imprevedibilità dei negazionisti e estremisti e nel rispetto dell’attuale decreto sassone sul Lockdown la città di Lipsia ha emesso la seguente ordinanza:

  • nell’area urbana della città di Lipsia il 19 dicembre è vietato a chiunque organizzare manifestazioni pubbliche all’aperto o parteciparvi, se queste manifestazioni non sono state comunicate per iscritto al Versammlungsbehörde entro il 17.12.2020, ore 12:00.
  •  il Versammlungsbehörde e la polizia si riservano la possibilità di prendere decisioni eccezionali in singoli casi, a condizione che i rischi di infezione siano ovviamente esclusi.
  • Ai sensi dell’art. 28 cpv. 3 e dell’art. 16 cpv. 8 dell’IfSG i ricorsi e le contestazioni contro i provvedimenti non hanno effetto sospensivo, purché le restrizioni siano imposte in base al decreto contro il contagio. L’ordine del tribunale amministrativo (VwGO- Verwaltungsgerichtsordnung) ha ordinato l’esecuzione immediata del punto 1 della presente decisione.

Note: il presente decreto generale viene annunciato pubblicamente ai sensi della Sassonia e dello statuto di notifica del 15.03.2020 della città di Lipsia. La pubblicazione solita nel Leipziger Amtsblatt non è possibile per motivi di tempo e in quanto un ulteriore ritardo dell’ordinanza non è giustificabile per motivi di tutela della salute. L’annuncio di emergenza è stato pubblicato sul LVZ e nella bacheca del Neues Rathaus (bacheche nella Untere Wandelhalle).

Il presente decreto generale e la sua motivazione possono essere visionati dal 16 dicembre, dal lunedì al giovedì dalle 7.00 alle 18.00 e il venerdì dalle 7.00 alle 16.00 come avviso sulle bacheche nella Untere Wandelhalle del Nuovo Municipio, Martin-Luther-Ring 4-6, 04109 Lipsia o online sul sito di Lipsia.

Oltre alla semplice ordinanza la città di Lipsia ha pubblicato un decreto esteso (37 pagine) con l’ordinanza, le motivazioni per limitare e bloccare le manifestazioni, la situazione Corona in Germania e Sassonia (anche con grafici), riferimenti alle precedenti Demo e divieto a Dresda del 12.12. Infine nel documento si trovano alcuni estratti delle conversazioni dei Querdenker sui social e Telegram, tra cui paragoni azzardati degli organizzatori tra il movimento e Gesù.

“Liebe Freunde von Frieden und Freiheit! Nachdem uns die Stadt Leipzig und die Polizei in
Leipzig nun zweimal so herzlich aufgenommen haben, kommen wir gerne ein drittes Mal für
eine große Weihnachtsfeier am 19.12. zurück.“

Da pagina 14 dell’ordinanza completa di Lipsia, messaggio postato in Telegram: https://t.me/Leipzig1912

“Am 26.11.2020 wurde ein Flyer mit folgendem Inhalt veröffentlicht:
„Jesus Christus war ein Querdenker!
Trug niemals Maske. Abstand Halten war ihm fern. Protestierte friedlich auf der Straße.
Kämpfte gegen das Besatzerregime. Wurde verfolgt und denunziert. Sei wie Jesus“
Dazu schreiben die Administratoren:
„Für alle, die es noch nicht wussten: Jesus Christus war Querdenker bevor es cool war! Also
sei wie Jesus und pilger auch Du am 19.12. nach Leipzig! #Leipzig1912 #JesusChristusEst0
t.me/leipzig1912“

Da pagina 15 dell’ordinanza completa di Lipsia.

Chi commetterà infrazioni verrà sanzionato secondo il Bußgeldkatalog sassone. L’elenco con infrazioni e multe si trova al punto Bußgeldkatalog sul sito con le ordinanze sassoni.

La manifestazione dei Querdenker, già pubblicizzato da tempo, non è stata notificata per iscritto all’autorità assembleare entro il 17 dicembre 2020, alle ore 12.00. Quindi questa Demo non notificata è vietata dal decreto generale pubblicato il 16 dicembre 2020.

Con un nuovo comunicato del 18 dicembre la città di Lipsia ha confermato le contromanifestazioni e vietato le tre manifestazioni regstrate, ma in corso d’esame.

Le prime tre Demos erano già state confermate ieri, mentre il quarto punto è stato aggiunto oggi dalla città di Lipsia:

  • manifestazione dell’iniziativa “Leipzig nimmt Platz” e della Linksjugend Leipzig sotto il motto “Solidarietà invece di Querdenken” dalle 14 alle 20 circa a Markt con circa 500 partecipanti.
  • manifestazione dell’iniziativa “Leipzig nimmt Platz” all’insegna del motto “Solidarietà invece di Querdenken” dalle 14.00 alle 18.00 circa su entrambi i lati di Augustusplatz con circa 500 partecipanti.
  • manifestazione di “Die Partei” all’insegna del motto “Pace, libertà, difficoltà respiratorie – per colpa vostra la nonna è morta” dalle 15.00 alle 18.00 circa sul Nikolaikirchhof con circa 10 partecipanti (in uno spazio abbastanza per 100 manifestanti).
  • La manifestazione pubblicizzata dai Querdenker in rete e su Telegram non è stata annunciata all’ autorità cittadina. Tre manifestazioni (Salzgässchen, Kurt-Masur-Platz, Johannisplatz) erano in corso d’esame e sono state vietate ufficialmente in quanto legate al gruppo dei Querdenker. Come motivi sono stati forniti la pandemia in corso e l’attuale decreto sassone, nonché i pericoli previsti per la sicurezza pubblica.

Non ci sono ulteriori notifiche di manifestazioni.

Nonostante il divieto di manifestazioni non autorizzate la polizia di Lipsia si prepara a domani e ha richiesto l’intervento della polizia di diversi Stati e della Bundespolizei. Inoltre sono stati preparati idranti per sciogliere le manifestazioni non autorizzate e recinti per delimitare gli spazi delle Demos autorizzate. La polizia invita la gente a rimanere a casa. La città aveva già annunciato pene severe per i trasgressori.

“La polizia di Lipsia si sta preparando per un’operazione su larga scala domani, sabato 19 dicembre. Sullo sfondo delle attuali cifre della pandemia in Sassonia l’obiettivo della polizia è la garanzia del controllo dell’infezione, oltre alla sicurezza. In diversi posti nel centro della città di Lipsia ci sono avvisi di manifestazione e la sfera d’azione della polizia interesserà l’intero centro di Lipsia.
La Direzione della Polizia di Lipsia ha richiesto i servizi di altri Stati federali e della Bundespolizei tramite il Ministero dell’Interno dello Stato sassone. Attualmente la polizia di Lipsia è sostenuta da forze della polizia antisommossa sassone, della Bundespolizei, da forze dell’ordine della Baviera, del Brandeburgo, della Renania-Palatinato, della Westfalia, della Sassonia-Anhalt e dello Schleswig-Holstein. Elicotteri della polizia saranno presenti nello spazio aereo sopra Lipsia per la trasmissione delle immagini al personale di comando. Saranno a disposizione diversi cannoni ad acqua, posizionati in modo visibile in città, e cavalieri della polizia. Le squadre di comunicazione e i veicoli di altoparlanti saranno impiegati per permettere una comunicazione trasparente delle misure di polizia.

La città di Lipsia aveva emanato questa settimana un’ordinanza generale per limitare il diritto di assembramento il 19 gennaio 2020. Il divieto di base di tutte le manifestazioni all’aperto che non sono state segnalate entro il 17.12.2020, ore 12:00, sarà coerentemente applicato dalla polizia. Pertanto anche le manifestazioni dei Querdenker rientrano nel divieto! Il dipartimento di polizia di Lipsia invita pertanto tutte le persone, che desiderano spostarsi per partecipare, a rimanere a casa.

Controllare il viaggio dei possibili partecipanti all’assemblea con i mezzi di trasporto pubblici e privati è uno dei compiti di controllo della polizia , che è iniziato già oggi come pre-vigilanza. In centro saranno predisposte aree con griglie per designare chiaramente gli spazi predisposti per le assemblee e per garantire la separazione di eventuali diverse forme di protesta. Dall’esperienza delle passate operazioni a Lipsia e dagli eventi molto dinamici e di mobilitazione, la garanzia della sicurezza e dell’ordine pubblico e soprattutto la separazione di persone pacifiche e non pacifiche è al centro dell’attenzione della polizia.

Gli eventi assembleari di domani potrebbero causare numerose disturbi del traffico stradale e dei trasporti pubblici nel centro di Lipsia. Il concetto operativo della polizia di Lipsia, tuttavia, è quello di mantenere l’impatto sulla popolazione il più basso possibile. In linea di principio, la circonvallazione del centro città sarà chiusa solo se la situazione della polizia lo richiederà.

Il Dipartimento di Polizia di Lipsia riferirà sull’operazione tramite i social media sui canali della Polizia, in particolare su Twitter. Una squadra di portavoce della polizia sarà presente per i rappresentanti dei media”.

Einsatz der Leipziger Polizei anlässlich des Versammlungsgeschehens am 19. Dezember 2020

Come si è conclusa la manifestazione alla fine? È stata decisamente più tranquilla delle Demos di fine novembre, come testimoniano anche le immagini dei posti di blocco su Twitter e il verbale di ieri sera della polizia. Ciononostante ci sono state diverse infrazioni.

Verbale della polizia (link in tedesco, qui sotto la traduzione in italiano”):

Riunione a Lipsia il 19 dicembre 2020

Informazioni per i media: 601/2020
Responsabile: Olaf Hoppe, Sandra Freitag
Stato: 19.12.2020, 20:21.

La polizia di Lipsia, con l’appoggio della polizia antisommossa sassone, delle forze di polizia di Baviera, Brandeburgo, Westfalia, Renania-Palatinato, Sassonia-Anhalt e Schleswig-Holstein, nonché della Bundespolizei, ha effettuato oggi un’operazione di polizia per garantire la sicurezza nella manifestazione nella città di Lipsia.

“Era giusto vietare i raduni, dove si temeva fin dall’inizio che la gente non avrebbe rispettato le norme vigenti contro la pandemia e che avrebbero quindi messo in pericolo la salute delle altre persone. Con l’attuale preoccupante numero di contagi di Covid-19 in Sassonia le misure contro le infezioni devono essere applicate in modo coerente. Durante i controlli siamo riusciti a stabilire che la maggioranza dei cittadini rispetta l’ordinanza sassone. Le task force hanno tuttavia rilevato violazioni dell’ordinanza nel traffico d’arrivo, che sono state coerentemente punite”

Torsten Schultze, capo della polizia di Lipsia

La città di Lipsia aveva emanato questa settimana un’ordinanza generale per limitare il diritto di riunione il 19 dicembre 2020. Nelle operazioni di oggi, la polizia aveva, oltre alla chiara focalizzazione sul controllo delle infezioni, il compito di far rispettare il divieto di base di tutte le manifestazioni all’aperto che non sono state segnalate entro il 17.12.2020, ore 12:00, così come il divieto di tre manifestazioni dei Querdenker. Dall’esperienza delle operazioni passate e a causa di una situazione di mobilitazione diffusa oggi sono state dispiegate poco più di 2.000 forze per l’attuazione coerente di tutti gli obiettivi di polizia – similmente allo schieramento di forze di polizia di fine novembre.

I raduni dell’organizzazione “Leipzig nimmt Platz” sono iniziati puntualmente alle 14:00 con 50 partecipanti in Augustusplatz e 15 persone a Marktplatz. Intorno alle 15.00 sporadici critici delle misure Corona si sono mescolati al raduno di Augustusplatz, il cui numero di partecipanti era cresciuto fino a circa 150. La direzione dell’assemblea ha concluso prematuramente la manifestazione, poco prima delle 16:00. Anche l’assemblea a Marktplatz si è conclusa prima del previsto alle 16:39. Entrambi gli eventi sono terminati senza ulteriori incidenti.

Il raduno del partito “Die Partei” al Nikolaikirchhof è iniziato puntualmente alle 15:00 con due partecipanti. Alle 17:00 il numero dei partecipanti è salito a dieci e si è concluso alle 17:20.

Oggi la direzione della polizia di Zwickau ha discusso sui pericoli della situazione e sul compromettere i suo servizi con il proprietario di un’impresa di autobus del Vogtland, che offriva viaggi per diverse manifestazioni dei Querdenker nel territorio federale. In tale discussione è stato chiarita all’imprenditore la mancanza del permesso mancante per tali viaggi in base alle misure sassoni contro Corona e due autobus sono stati bloccati con un immobilizzatore (Wegfahrsperre).

Come annunciato sono stati svolti controlli del traffico di arrivo in vista delle manifestazioni e in particolare agli accessi alla zona della città. Questi controlli sono stati condotti in base al divieto di assembramento e all’ attuale decreto sassone.

Sulla statale 181 a Dölzig è stato fermato un autobus (vedete la foto da Twitter) proveniente da Bayreuth alle 12:45 circa. Durante il controllo gli agenti di polizia hanno scoperto che i 30 occupanti ed entrambi gli autisti appartenevano alla Basisdemokratische Partei. Dato che questo partito può essere chiaramente assegnato ai Querdenker e che sull’autobus c’erano i corrispondenti striscioni, sono state determinate le identità dei passeggeri e sono state presentate le accuse di infrazione per violazioni dell’ordinanza sassone su Corona. L’autobus è stato poi scortato al confine di Stato dalle forze di polizia.

Nel corso dell’operazione sono stati denunciati complessivamente 105 infrazioni per diverse violazioni dell’ordinanza sassone. Inoltre, la polizia ha registrato diversi reati penali, tra cui la falsificazione di documenti, la violazione della legge sugli stupefacenti e l’ingiuria”.

 

Precedenti articoli sulle manifestazioni dei Querdenker:

Querdenken, il giorno dopo.

Tra luci di Natale e cappelli d’alluminio. Querdenker, nazi e oppositori alla seconda prova.

 

 Foto di copertina- Roy Zuo – Eigenes Werk, Versammlung der Initiative Querdenken am 7. November 2020, CC BY-SA 4.0

Link per approfondire: 

§ 28 – Infektionsschutzgesetz (IfSG)

(VwGO- Verwaltungsgerichtsordnung)

Allgemeinverfügung zur Einschränkung des Versammlungsrechtes in der Stadt Leipzig am 19. Dezember 2020 im gesamten Stadtgebiet der Stadt Leipzig

Allgemeinverfügung zur Einschränkung des Versammlungsrechtes in der Stadt Leipzig am 19. Dezember 2020 im gesamten Stadtgebiet der Stadt Leipzig- testo completo

Telegram: https://t.me/Leipzig1912

Bußgeldkatalog sassone

Querdenken, il giorno dopo.

Tra luci di Natale e cappelli d’alluminio. Querdenker, nazi e oppositori alla seconda prova.

Leipzig.de- Angemeldete und bestätigte Versammlungen am 19. Dezember 2020 (+ divieto della manifestazione dei Querdenker)

Twitter – Stadt Leipzig

Angemeldete und bestätigte Versammlungen am 19 Dezember– comunicato del 18 dicembre

Natale, le restrizioni sotto l’albero

Einsatz der Leipziger Polizei anlässlich des Versammlungsgeschehens am 19. Dezember 2020

Polizei Sachsen- Twitter

Polizei Sachsen- Verbale della manifestazione di ieri 19 dicembre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...