Sassonia: anticipo delle riaperture in febbraio

Domani 10 febbraio i premier dei Länder e la Cancelliera si incontreranno per decidere le nuove misure da metà febbraio. Tuttavia la Sassonia ha già anticipato alcune riaperture e novità dal 15 febbraio, come le scuole elementari e gli asili, e la possibilità di usare Click & Collect per ritirare merci dai negozi. Gli ulteriori passi e riaperture dipenderanno dai risultati dell’incontro di domani. La decisione finale per la Sassonia sarà presa venerdì 12 febbraio in un’altra riunione di Gabinetto.

di Mara Boifava

La Sassonia sta pianificando il prossimo cauto passo verso l’apertura parziale delle scuole. Le scuole elementari e i centri diurni riapriranno il 15 febbraio con un Regelbetrieb limitato. Non ci sarà frequenza scolastica obbligatoria per gli scolari delle scuole elementari: i genitori potranno così decidere da soli se mandare i loro figli a scuola.

“Nell’interesse dei bambini e anche delle famiglie, abbiamo deciso di fare questo passo. Stiamo cautamente facendo il prossimo passo, ma dobbiamo continuare a tenere d’occhio le cifre dell’infezione. Se l’incidenza dell’infezione dovesse aumentare di nuovo le istituzioni educative potranno anche essere chiuse di nuovo”.

Il ministro della Cultura Christian Piwarz

Un Regelbetrieb limitato per le scuole elementari e i centri diurni significa una rigida separazione dei gruppi e delle classi con assistenti fissi. I bambini non devono incontrarsi tra loro al di fuori del gruppo e delle classi nei locali dell’istituto. Un regolamento corrispondente sul funzionamento regolare limitato esisteva già la scorsa primavera.Gli alunni delle scuole secondarie devono continuare con l’homeschooling. Invece gli studenti delle classi di diploma potranno continuare a frequentare le scuole, come già previsto precedentemente.

Ecco dove potete leggere le precedenti decisioni per le scuole superiori (capitoli scuole, senza assistenza):

Anno nuovo, nuovo lockdown. Cosa cambia per la Sassonia e Lipsia

Come proseguirà in Sassonia?

Un’altra novità riguarda la possibilità di usufruire di Click and Collect, finora bloccata in Sassonia, per permettere ai cittadini di sostenere i propri rivenditori locali al posto di Amazon. A partire da lunedì prossimo 15 febbraio i rivenditori in Sassonia saranno di nuovo autorizzati a offrire il servizio Click & collect. Ciò significa che la merce ordinata online o per telefono potrà essere ritirata in loco presso il negozio, rispettando regole igieniche severe. Questo è stato deciso oggi dal Gabinetto sassone, in seguito all’ulteriore calo dei tassi di incidenza in Sassonia.

“Sono molto contento che abbiamo potuto prendere questa decisione oggi. Sono assolutamente consapevole che l’apertura di questo canale di vendita sia immensamente importante per i rivenditori locali. Ecco perché ho fatto una campagna anche per questo e vi chiedo: sostenete i vostri commercianti locali!”.

        Il ministro dell’Economia della Sassonia, Martin Dulig

In Sassonia, che ha avuto a lungo la più alta incidenza di Corona nel paese, i timori di più incontri e contatti, o addirittura di code davanti ai negozi, hanno prevalso in precedenza e bloccato il Click & Collect. Con i tassi di infezione più bassi è ora più facile per le autorità sanitarie pubbliche rintracciare i contatti, e questo è un prerequisito allo sblocco del ritiro dei prodotti ordinati dai negozi. Dal 15 febbraio i negozi colpiti dalla chiusura possono ora aprire per il ritiro della merce ordinata nel rispetto delle norme igieniche. Queste merci devono essere offerte e ordinate in anticipo per telefono o tramite offerte online.
Il ritiro della merce pre-ordinata dovrebbe idealmente avvenire all’aria aperta, alla porta esterna o attraverso una finestra. Il drive-in è anche una possibilità se le condizioni locali lo permettono. Quando si raccolgono merci da negozi in gallerie o centri commerciali gli appuntamenti dovrebbero essere presi in fasce orarie scaglionate. In alternativa è necessaria una gestione delle code, ad esempio con la creazione di aree di attesa o segnaletica, ecc. Bisogna fare in modo di evitare un assembramento di clienti. Il personale di vendita e i clienti sono anche obbligati a indossare una mascherina protettiva FFP2 o una mascherina medica, come è generalmente obbligatorio in Sassonia quando si fa spesa e nei trasporti pubblici dal 28 gennaio.
Il processo di pagamento dovrebbe essere senza contatto, ad esempio in anticipo, tramite bonifico o online.

Foto di copertina– Klassenzimmer der privaten katholischen Grundschule im Haus St. Marien in Neumarkt in der Oberpfalz 2013 , Dalibri – Eigenes Werk, CC BY-SA 3.0

Schulräume/Klassenzimmer

Link per approfondire: 

Grundschulen und Kitas öffnen zum 15. Februar

Click & Collect ab 15. Februar in Sachsen möglich

 

 

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...