Nuova ordinanza sassone sulla quarantena e test per pendolari dalla Repubblica Ceca

La Sassonia ha adattato la sua ordinanza di quarantena e test per i pendolari dalla Repubblica Ceca, un’area con mutazioni. Inoltre questa nuova ordinanza regola anche l’ingresso nel Freistaat di nuovi gruppi di persone dal Paese confinante senza quarantena, ma con obbligo di test ogni giorno di viaggio.

di Mara Boifava

Le persone che entrano in Sassonia dall’estero e che in qualsiasi momento durante gli ultimi dieci giorni prima dell’ingresso sono state in una zona a rischio sono obbligate a mettersi in quarantena nella propria abitazione principale o secondaria per un periodo di dieci giorni in caso normale o 14 giorni in caso di ingresso da un Paese con mutazione. Non è permesso ricevere visitatori che non appartengono alla propria famiglia durante il periodo di segregazione o uscire a fare spese. In caso di arrivo da Paese a rischio normale è possibile anche sottoporsi al test all’arrivo e interrompere la quarantena dopo non prima di 5 giorni con un secondo tampone (PCR a Lipsia). Chi arriverà da Paesi alto rischio o con mutazione dovrà mettersi in quarantena per 14 giorni. Tale regola non si applica alle persone che entrano nel territorio sassone da un’area a rischio al fine di intraprendere un lavoro a rotazione o per almeno tre settimane in un determinato periodo dell’anno, come nel caso di lavoratori stagionali, se nel luogo del loro alloggio e della loro attività nei primi dieci giorni dopo il loro ingresso vengono adottate misure di igiene e precauzioni per evitare contatti al di fuori del gruppo di lavoro.

Questo non vale tuttavia nel caso le persone mostrino sintomi tipici di un’infezione da Coronavirus SARS-CoV-2, come la tosse, rinite, febbre o perdita dell’olfatto e del gusto.

Qui potete trovare ulteriori informazioni sulla precedente ordinanza per i pendolari cechi e sull’accordo con la Baviera:

Capitoli “Collaborazione tra Baviera e Sassonia contro la pandemia e nei controlli alla frontiera” e “Quarantena, viaggi, chiusura della frontiera sassone con Repubblica Ceca, test giornalieri per pendolari da Repubblica Ceca, aiuto alla Repubblica Ceca nell’articolo Ultimo decreto d’inverno, le regole in Sassonia dall’8 marzo

Il 16 marzo è stata inoltre modificata l’ordinanza sassone per quanto riguarda la quarantena dei pendolari cechi. Di fatto tale ordinanza è stata allineata all’accordo con la Baviera del primo marzo e in sintesi tutti i dipendenti pendolari che sono indispensabili per il mantenimento delle operazioni commerciali potranno in futuro entrare in Sassonia da zone con mutazioni senza dover fare la quarantena di 14 giorni, ma dovranno presentare un test negativo attuale (del giorno) a ogni viaggio.

Ampliamento della precedente ordinanza per i pendolari cechi (comunicato stampa)- Sachsen ändert Quarantäne-Verordnung – mehr Möglichkeiten zur quarantänefreien Einreise aus Tschechien (16.03)

Vierte Änderung der Sächsischen Corona-Quarantäne-Verordnung (completa sui cambiamenti per i pendolari cechi)

Questi sono i gruppi di persone provenienti da zone di mutazione che dal 20 marzo saranno esonerati dalla quarantena con obbligo di test negativo:

  • i pendolari di frontiera provenienti dalla Repubblica Ceca e indispensabili per il commercio. La condizione di lavoratori in un settore rilevante deve essere dimostrata da un certificato ufficiale dell’autorità comunale responsabile e non solo dal datore di lavoro. In precedenza, questo regolamento senza quarantena si applicava solo ai dipendenti del settore sanitario, dei servizi pubblici e di singoli settori.
  • persone che viaggeranno da Stati confinanti per un massimo di 12 ore (traffico di frontiera), ma che non hanno soggiornato in un territorio con mutazione per i precedenti 10 giorni al rientro in Germania per un motivo necessario (quindi non spese o turismo, concerti, sport ecc.).
  • i viaggiatori  da aree ad alta incidenza  o di mutazione saranno ora tenuti a sottoporsi al test per il virus Corona due volte a settimana invece che una volta per poter entrare nel Freistaat senza obbligo di quarantena. Inoltre il requisito federale di presentare un test negativo al momento dell’ingresso rimane inalterato.
  • gli insegnanti delle scuole e il personale pedagogico degli asili, così come gli alunni delle scuole e i bambini dell’asilo, compresi gli accompagnatori, possono ora entrare in Sassonia dalla Repubblica ceca senza quarantena, ma previo test per ogni giorno di viaggio. Naturalmente i bambini dell’asilo sono esentati dal requisito del test, gli scolari da zona di mutazione dovranno sottoporsi a test giornaliero per poter partecipare alle lezioni in presenza sul territorio sassone.                                     In questo caso è richiesto un documento di certificazione dell’attività lavorativa o della lezione in presenza da parte del direttore della scuola.
  • per quanto riguarda invece i parenti di primo grado, i coniugi o i partner conviventi e le persone che esercitano la custodia condivisa o il diritto di visita sono ora autorizzati a entrare in Sassonia senza quarantena, tuttavia permane l’obbligo di test negativo per il giorno di viaggio.

Per alcuni gruppi di persone e lavoratori provenienti da zone mutazione vale già l’esenzione dalla quarantena, con l’obbligo di test per il giorno di viaggio, effettuato non oltre le 48 ore prima dell’ingresso. Il documento con il risultato negativo prima dell’ingresso deve essere tradotto in tedesco, inglese o francese e presentato all’autorità sanitaria competente su richiesta:

  • le persone che, per motivi professionali, trasportano persone, beni o merci per strada, ferrovia, nave o aria attraverso le frontiere.
  • agenti di polizia di ritorno da territori con mutazioni o dall’estero.
  • i dipendenti delle strutture sanitarie e di cura devono essere sottoposti a test giornalieri per verificare l’assenza di infezione da Coronavirus SARS-CoV-2,
  • i dipendenti degli allevamenti di bestiame che sono indispensabili per il mantenimento del funzionamento di questi allevamenti sono sottoposti a test giornalieri per verificare l’assenza di infezione da coronavirus SARS-CoV2,
  • lavoratori dell’approvvigionamento idrico ed energetico, dello smaltimento delle acque reflue, della gestione dei rifiuti, trasporto e traffico, farmacia, prodotti farmaceutici, servizi funebri, dell’industria alimentare, dell’informatica, delle telecomunicazioni e dei laboratori medici sono sottoposti a test giornalieri per verificare l’assenza di infezione da coronavirus SARS-CoV-2.
  • in caso di soggiorno nella Repubblica Federale di Germania o in un’area a rischio inferiore per meno di 72 ore, rispettando i piani d’igiene appropriati.

Rimangono esentate dalla quarantena le seguenti persone, se non provengono da una zona con mutazione:

  • le persone che transitano solamente in Sassonia o soggiornano, che dovranno lasciare il Freistaat il più velocemente possibile.
  • in caso di soggiorno nella Repubblica Federale di Germania o in un’area a rischio inferiore per meno di 72 ore, rispettando i piani d’igiene appropriati.
  • frontalieri, che hanno domicilio o residenza in Sassonia o in uno Stato confinante a rischio (ma  non mutazione) e che si sposteranno per studio, lavoro o motivi medici sono esonerati dalla quarantena, ma devono sottoporsi a un tampone una volta alla settimana. Il documento con il risultato negativo prima dell’ingresso deve essere tradotto in tedesco, inglese o francese e presentato all’autorità sanitaria competente su richiesta. In caso di soggiorno o viaggio in uno Stato a alto rischio il test sarà da ripetere due volte alla settimana.

L’autorità sanitaria competente può, su richiesta, concedere ulteriori esenzioni se esiste una ragione valida per farlo. In caso di test positivo all’ingresso e sul territorio locale alcuni distretti e città sassoni, tra cui Lipsia, avevano già stabilito l’obbligo di un tampone PCR e di una quarantena per l’interessato, contatti e familiari:

Novità da Lipsia: nuovo centro tamponi, regole speciali di quarantena, strutture sportive e ristorazione (paragrafo “Quarantena in caso di test positivo e contatto con persone positive”

Allgemeinverfügung der Stadt Leipzig zur Absonderung von Kontaktpersonen der Kategorie I, von Verdachtspersonen und von positiv auf das Coronavirus getesteten Personen gültig ab 16.02.2021 (bis den 31.03.21)

Foto di copertina: Bild von Markus Distelrath auf Pixabay

Link per approfondire:

Ultimo decreto d’inverno, le regole in Sassonia dall’8 marzo

Novità da Lipsia: nuovo centro tamponi, regole speciali di quarantena, strutture sportive e ristorazione (paragrafo “Quarantena in caso di test positivo e contatto con persone positive”

Allgemeinverfügung der Stadt Leipzig zur Absonderung von Kontaktpersonen der Kategorie I, von Verdachtspersonen und von positiv auf das Coronavirus getesteten Personen gültig ab 16.02.2021 (bis den 31.03.21)

(comunicato stampa)- Sachsen ändert Quarantäne-Verordnung – mehr Möglichkeiten zur quarantänefreien Einreise aus Tschechien (16.03)

Manuale per il viaggiatore confuso

RKI– zone a rischio, zone a alto rischio e con mutazione

Verordnung des Sächsischen Staatsministeriums zu Quarantänemaßnahmen für Ein- und Rückreisende zur Bekämpfung des Coronavirus (PDF completo)

 

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...