Sassonia: vaccino AstraZeneca ora solo per le persone dai 60 anni in su

Dopo l’ennesimo blocco e nuovi controlli su AstraZeneca, annunciati dalla Cancelliera Angela Merkel e dal ministro federale Jens Spahn, anche la Sassonia ha cambiato le disposizioni per il vaccino fino a nuove comunicazioni.

di Mara Boifava

Lo sfondo è costituito da casi di trombosi venosa cerebrale riportati dal Paul Ehrlich Institut in relazione alla vaccinazione con il vaccino AstraZeneca. Il Comitato permanente per le vaccinazioni (STIKO) aveva cambiato di conseguenza la sua raccomandazione sull’età per AstraZeneca.
A questo riguardo la ministra sassone della Sanità Petra Köpping ha commentato il 30 marzo:

“Prendiamo molto sul serio le segnalazioni di complicazioni. Dopo le consultazioni dei ministri della sanità la Sassonia ha agito immediatamente. Offriremo alla fascia d’età interessata un vaccino diverso a partire da domani, e gli appuntamenti potranno avere luogo. Per me è importante che le vaccinazioni in Sassonia possano comunque continuare in modo rapido e sicuro. Allo stesso tempo, però, vale ancora quanto segue: AstraZeneca è un vaccino altamente efficace che protegge molto bene contro i corsi gravi della malattia”.

Verranno mantenuti tutti gli appuntamenti previsti per mercoledì 31 marzo 2021 e per i prossimi giorni. Alle persone di età inferiore ai 60 anni sarà offerto il vaccino Moderna o Biontech/Pfizer. Per le persone di età superiore ai 60 anni gli appuntamenti già presi con AstraZeneca rimarranno validi. La decisione stabilisce anche che gli stati federali possono già includere le persone di 60-69 anni nella loro campagna di vaccinazione con AstraZeneca e la Sassonia si sta preparando a farlo. Se queste persone non si presenteranno all’appuntamento per la vaccinazione verrà automaticamente proposta loro una nuova offerta di vaccinazione per iscritto nella settimana dopo Pasqua. Dal 1° aprile infine tutte le prime vaccinazioni già effettuate nei centri di vaccinazione sassoni saranno effettuate con un vaccino mRNA di Biontech o Moderna, indipendentemente dall’età e dal sesso.

Tuttavia è ancora possibile che gli individui più giovani dei gruppi di priorità 1 e 2 o degli Hotspot possano essere vaccinati con AstraZeneca. Questo vale se la decisione è stata presa insieme al medico vaccinatore o di base a discrezione del medico stesso in base a analisi individuale del rischio. Il paziente deve essere informato dal medico sui rischi in maniera approfondita.

Sfondo della situazione: conferenza stampa sul blocco temporaneo di AstraZeneca e nuova decisione della Ständige Impfkommission

Dopo 31 casi di trombosi in Germania, soprattutto in donne giovani, tra cui 9 decessi, lo STIKO (Ständige Impfkommission) e il Bundesministerium für Gesundheit sottoporranno il vaccino AstraZeneca a nuovi controlli nelle prossime settimane. Prima della conferenza con la decisione la Charité di Berlino aveva sospeso le vaccinazioni con AstraZeneca per pazienti e soprattutto per donne sotto i 60 anni, tale decisione era stata poi seguita da interi Stati come Berlino e Brandeburgo, dal Landkreis Euskirchen in NRW e dalla città di München. Fino a nuove analisi e conoscenze delle cause delle trombosi in persone giovani lo STIKO consiglia di somministrare il vaccino AstraZeneca solo dai 60 anni in su. I singoli Länder dovranno emettere ordinanze per una eventuale sospensione o variazioni della somministrazione del vaccino.

Le raccomandazioni della STIKO si basano sui risultati che gli esperti hanno raccolto nelle ultime settimane su casi molto rari ma molto gravi di trombosi venosa cerebrale in persone vaccinate con AstraZeneca.

“Questi sono risultati che la Commissione permanente sulle vaccinazioni, e quindi noi, non possiamo ignorare. La vaccinazione rimane il mezzo più importante contro Corona – e i cittadini devono potersi fidare dei vaccini, ha aggiunto. La fiducia viene dal sapere che ogni sospetto e ogni caso individuale sarà investigato. Questo è ciò che i governi federale e statale rappresentano “

La Cancelliera Angela Merkel

YouTube– Pressekonferenz über AstraZeneca

Nel caso di una continuazione dei vaccini con Astrazeneca durante questo periodo i medici (di base e dei centri) dovranno condurre con i pazienti un colloquio sui rischi. Il ministro federale della Sanità Jens Spahn ha ribadito che “si tratta di pochi casi su milioni di dosi somministrate e che il rischio di una trombosi è minimo. Maggiore è il rischio di ammalarsi gravemente di Covid-19. È senza dubbio una battuta d’arresto se si scoprirà che un vaccino comporta un aumento del rischio per una certa fascia d’età. Il vaccino può, tuttavia, continuare ad essere usato nelle persone sotto i 60 anni. Tuttavia, questo dovrebbe essere fatto a discrezione del medico e con un’analisi individuale dei rischi dopo un’attenta informazione”.

In accordo con il ministro federale della Sanità i ministri della Sanità degli Stati federali hanno concordato la seguente procedura:

  • Il vaccino di AstraZeneca sarà utilizzato a partire dal 31 marzo nelle persone che hanno raggiunto l’età di 60 anni. Gli Stati federali sono liberi di includere i 60-69enni nella loro campagna di vaccinazione per questo vaccino. Questo dà l’opportunità di vaccinare questo gruppo di età particolarmente vulnerabile e numericamente grande più rapidamente.
  • Il vaccino di AstraZeneca sarà utilizzato nelle persone dei gruppi di priorità 1 e 2 (“massima e alta priorità”) che non hanno ancora raggiunto l’età di 60 anni e che, insieme al medico vaccinatore, decidono a discrezione del medico e a seguito di un’analisi individuale dei rischi dopo un’attenta spiegazione, di essere vaccinate con AstraZeneca. In linea di principio, questo dovrebbe avvenire negli studi dei medici generici.
  • Nel caso gli over 60 decidessero di rifiutare AstraZeneca riceveranno una nuova offerta.
  • Coloro che hanno già ricevuto una prima vaccinazione con AstraZeneca e hanno meno di 60 anni possono scegliere se vogliono anche la seconda vaccinazione con AstraZeneca o preferiscono aspettare. La STIKO intende emettere una raccomandazione supplementare su questo entro la fine di aprile.
Grafik mit der Neuregelung zum Umgang mit dem Impfstoff von Astrazeneca. Details in der Bildbeschreibung.
Foto- Bundesregierung
Bild von Elf-Moondance auf Pixabay

Link per approfondire:

AstraZeneca-Impfstoff in der Regel nur noch für Personen ab 60 Jahre

Grünes Licht dall’EMA: AstraZeneca è sicuro (18.03)

Vaccinazione anti Covid, anche in Sassonia arriva AstraZeneca (26.03, priorizzazione)

Bundesgesundheitsministerium- Fragen und Antworten zur Impfung mit AstraZeneca (FAQ)

Beschluss der 94. Gesundheitsministerkonferenz (GMK) – 30.03.2021

Bundesregierung- Astrazeneca-Impfstoff überwiegend für Personen ab 60 Jahren

Tagesschau- Impfungen mit AstraZeneca teils ausgesetzt (30.03)- panoramica della sospensione del vaccino sotto i 60 anni nei Länder

Auch Vivantes und Charité weiten Impfstopp für Astrazeneca aus (alle unter 60 Jahre)- 30.03

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...