Il Bundesrat approva il Notbremse

Dopo la decisione del Bundestag di ieri anche il Bundesrat ha lasciato passare l’emendamento alla legge sulla protezione dalle infezioni. Tuttavia sono state presentate notevoli critiche. Il Bundespräsident Frank-Walter Steinmeier ha firmato la legge, che poi è stata pubblicata nella Gazzetta ufficiale federale (Bundesgesetzblatt). La legge entrerà in vigore da domani.

di Mara Boifava

La legge è una cosiddetta legge di obiezione. Ciò significa che l’approvazione del Bundesrat non era necessaria. Tuttavia Il Bundesrat avrebbe potuto appellarsi al Vermittlungsausschuss e quindi avrebbe potuto trattenere la legge in tempo. Ci sono state obiezioni, ma la legge è passata.

Secondo il nuovo regolamento a partire da un’incidenza di 100 le persone in un distretto o città non sono generalmente autorizzate a lasciare le proprie case o proprietà dopo le 22. Camminare e fare jogging da soli rimangono permessi fino a mezzanotte. I negozi potranno aprire solo per i clienti che presentano un test Corona negativo e hanno prenotato un appuntamento. La frequenza delle classi nelle scuole deve essere interrotta a un’incidenza di 165, restano possibili eccezioni per le classi di diploma.

Qui potete leggere l’emendamento di legge approvato ieri: Il Bundestag approva il Notbremse

Questa è invece la legge completa nella Bundesgesetzblatt:

I premier statali hanno espresso critiche sostanziose e hanno indicato problemi con l’attuazione pratica della legge. Si sono inoltre lamentati che il Governo federale non abbia preso in considerazione l’esperienza degli Stati nella lotta contro le pandemie.

Il premier del Sachsen- Anhalt Haseloff (CDU) ha criticato aspramente il passaggio di autorità al governo federale:

“Oggi è per me un punto basso nella cultura federale della Repubblica Federale di Germania. ll Bundesrat sta deliberando su una legge la cui genesi, il disegno e il risultato sono insoddisfacenti”.

Il primo ministro del Saarland, Tobias Hans (CDU), ha sottolineato: “Se questo trasferimento di competenze a livello federale sia un modo più efficace di combattere la pandemia non è ancora stato accertato”. Il premier dell’Assia Volker Bouffier (CDU) ha descritto le rigide restrizioni all’uscita come “costituzionalmente problematiche”e inoltre sarà difficile attuare la chiusura delle scuole. Per il premier della Bassa Sassonia, Stephan Weil (SPD) i nuovi regolamenti non sono “un grosso problema”. Per il suo Land, la legge significherebbe anche notevoli possibilità di allentamenti. “Per il mio Stato inutile, ma aggiungo: anche innocuo”.

Alcuni partiti hanno annunciato ricorsi e denunce della legge. Un avvocato ha presentato una denuncia costituzionale al Bundesverfassungsgericht di Karlsruhe. Tale denuncia si basa su osservazioni dell’avvocato, ovvero che la legge ha in gran parte rimosso le misure dal controllo giudiziario amministrativo, che il valore di incidenza è inadatto come unico metro di giudizio e che le restrizioni di uscita e coprifuoco in particolare sono sproporzionate. I Freien Wähler hanno anche annunciato che presenteranno un doppio reclamo costituzionale contro il “freno di emergenza”. Con la prima denuncia desiderano opporsi innanzitutto al coprifuoco notturno, mentre con la seconda denuncia desiderano far cadere le limitazioni per i negozi. Inoltre, vogliono anche far cadere anche la regola prevista per il commercio.

 

Link per approfondire:

Il Bundestag approva il Notbremse

Tagesschau- Bundesrat lässt “Notbremse” passieren

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...