Allarme quarta ondata: (quasi) tote Hose in Sassonia

Da giorni la Sassonia ha superato il valore di sovraccarico, pertanto già dal 19 novembre sono in vigore misure più restrittive. Da lunedì 22 novembre fino al 12 dicembre tutto il Freistaat entrerà in modalità Lockdown leggero: molte strutture verranno chiuse e altre potranno lavorare solo con le 2G- Regeln.

di Mara Boifava

La situazione in Sassonia è drammatica con almeno tre distretti Hotspot (incidenza sopra 1000) e altri prossimi a tale valore, tanto che, in base agli accordi con la Cancelliera nell’ultimo incontro, il Freistaat Sachsen (come altri Stati dell’Est della Germania) ha carta bianca nell’inasprire le misure federali comuni.

Per contenere la quarta ondata della pandemia di Corona sono state inasprite le misure, in particolare per i non vaccinati. Queste includono regole 2G a tappeto, chiusure di strutture e restrizioni alle uscite (Ausgangsbeschränkungen) negli Hotspot (sopra l’incidenza 1000) per i non vaccinati e per i non guariti. I servizi e le strutture per i bambini rimarranno deliberatamente aperti il più possibile. Il decreto chiarisce che i distretti amministrativi e le città senza distretto possono emanare ordinare più severe oltre al decreto sassone.

Già dal 5 novembre con il raggiungimento della soglia di preallarme è stato applicato solo il modello 2G (vaccinati e guariti) e l’organizzatore di eventi non aveva più la possibilità di scegliere il modello da applicare. Qui trovate l’articolo con le misure del livello di preallarme e la spiegazione dei criteri: Vorwangsstufe: allarme rosso in autunno.

A metà dello stesso mese è scattato il livello di sovraccarico, con il restringimento dei contatti o l’esclusione di non vaccinati o non guariti da eventi e servizi (tranne minori di 16 anni o eccezioni della STIKO). Qui trovate l’articolo relativo al livello d a cui dovrete aggiungere le misure sottostanti riguardanti il livello di sovraccarico: La Sassonia al limite: pandemia per tutti o solo per alcuni?

Come sempre dovranno essere ancora tenuti in considerazione l’incidenza 10 e 35, i due livelli di sovraccarico (massimo180 letti in terapia intensiva e 560 in reparti normali), l’incidenza di ospedalizzazione in 7 giorni e, da un paio di giorni, il tasso di ospedalizzazione (numero di pazienti di Corona ricoverati negli ospedali ogni 100.000 abitanti in sette giorni). I livelli di preallarme e di sovraccarico continueranno ad essere legati alla capacità dei letti e ai ricoveri di 7 giorni di incidenza, le restrizioni verranno ripristinate nel momento del raggiungimento delle rispettive soglie di occupazione dei letti nell’unità di terapia normale o intensiva. Inoltre, come da attuale decreto, la scadenza è più breve. Il “3+2“, sostituisce la precedente “regola del 5+2”. Ciò significa che i rispettivi valori di soglia devono essere superati o non raggiunti per tre giorni consecutivi prima che dal giorno successivo si applichi o non si applichino le regole della fase di preallarme o di sovraccarico.

Le soglie per il livello di preallarme rimangono 650 pazienti Covid 19 nei reparti normali e 180 pazienti Covid 19 nelle unità di terapia intensiva, per il livello di sovraccarico 1300 pazienti nei reparti normali e 420 pazienti di terapia intensiva.

Per approfondire i concetti di livello di preallarme e sovraccarico potete leggere il paragrafo “7-Tage Inzidenz Hospitalisierung come nuova soglia” in Sassonia: nuovo modello opzionale 2G e indice di ospedalizzazione.

Per quanto riguarda il concetto di tasso di ospedalizzazione, sono stati stabiliti in tutta la Germania tre livelli: 3, 6, 9. Se il valore di soglia 3 non verrà superato per cinque giorni di seguito i Länder potranno ritirare il regolamento 2G. I bambini e gli adolescenti sotto i 18 anni e le persone che non possono essere vaccinati sono esenti dalla regola delle 2G.

A partire da un tasso di ospedalizzazione di 3 verranno applicate le 2G- Regeln, ovvero solo le persone vaccinate o guarite avranno accesso a svaghi, eventi culturali e sportivi, ristorazione, hotel e servizi per il corpo come ad esempio parrucchieri, pedicure, estetisti ecc. Chiaramente saranno permesse le visite ai servizi per il corpo per motivi medici.

Se il tasso di ospedalizzazione sarà superiore a 6 verrà applicato il sistema 2G plus (2G + test negativo), ovvero anche le persone vaccinate e guarite dovranno presentare un test negativo. In caso di un’incidenza particolarmente alta dell’infezione con un onere particolarmente elevato per il sistema sanitario pubblico, al più tardi quando il tasso di ospedalizzazione supererà il valore di 9 i Länder prenderanno ulteriori misure e potranno quindi decidere anche delle restrizioni di contatto o Lockdown. Quest’ultimo è il caso della Sassonia.

Le misure igieniche di base, mascherine e distanza minima comprese, continueranno a valere (anche per i vaccinati).

Pressekonferenz über die Corona-Maßnahmen- 19.11

Riassunto del decreto (punto ab dem 22. November) + Bußgeld (multe)

Comunicato sulle misure dal 22 novembre

Decreto completo (23 pagine, in tedesco)

Conferma di Lipsia del decreto sassone

Ecco le incidenze in Sassonia e a Lipsia, la situazione dei letti e l’incidenza di ospedalizzazione. A causa di problemi tecnici il Freistaat non ha comunicato tutti i dati al RKI, pertanto i dati sono stati riportati per difetto.

Achtung: Aufgrund von technischen Problemen konnten am 18. November 2021 nicht alle Meldedaten wie geplant dem Robert-Koch-Institut übermittelt werden. Das spiegelt sich aktuell in den vom Robert-Koch-Institut veröffentlichten Werten der 7-Tage-Inzidenz für den Freistaat Sachsen wider. 

Infektionsfälle in Sachsen

In entrambi i poli ospedalieri di Dresda e Chemnitz il valore critico oltre il quale scatta l’emergenza è di 500 letti di ospedale occupati da pazienti Covid-19 nei reparti normali e 170 letti di terapia intensiva. A Lipsia la soglia è l’occupazione di trecento letti nei reparti normali e 80 letti nei reparti di terapia intensiva. In totale in Sassonia attualmente sono occupati da pazienti Covid 1.638 letti nei reparti normali e 385 in quelli di terapia intensiva. Qui trovate la situazione negli ospedali e la situazione degli ultimi 14 giorni: Aktuelle Bettenbelegung durch COVID19-Patienten in den sächsischen Krankenhäusern (Bettenindikator).

Quali sono le nuove misure in dettaglio?

Qui metteremo solo le parti nuove in vigore da lunedì e quelle importanti da ricordare. Le misure di base rimarranno invariate. Nel caso mancasse il vostro settore non preoccupatevi, semplicemente non ci sono stati cambiamenti dal precedente decreto.

Ovunque sia richiesta una prova di vaccinazione o di guarigione per l’ingresso si continua ad applicare un’eccezione per i bambini e gli adolescenti fino a 16 anni e per le persone che non possono essere vaccinate a causa di una mancanza di raccomandazione di vaccinazione da parte della STIKO.

Confermato- Regole AHA e mascherina

Rimangono obbligatorie le regole igieniche di base. Si raccomanda ancora fortemente di mantenere la distanza minima di 1,5 metri dalle altre persone. Da lunedì 8 novembre vigerà un obbligo di mascherina FFp2 (senza filtri) sui mezzi pubblici  e sui mezzi a lunga percorrenza (treni). Nei Discounter la mascherina costa circa 60 centesimi a pezzo. Gli alunni dai 6 ai 14 anni potranno utilizzare una mascherina chirurgica, mentre sotto i 6 anni i bambini sono esentati dall’obbligo. Nei supermercati si potrà continuare a scegliere tra mascherina chirurgica e FFp2, continuerà tuttavia a vigere l’obbligo. In genere dove si dovrà utilizzare la mascherina?

  • SEMPRE sui mezzi pubblici,ospedali/medici e nei servizi per il corpo (estetista, manicure, parrucchiere, pedicure…).
  • SE le persone si incontrano e non mantengono la distanza minima. Questo vale anche all’aperto e nei negozi e indipendentemente dall’incidenza 10.
  • con un’ INCIDENZA superiore a 10- anche nei negozi e supermercati (Lipsia ha un’incidenza più alta quindi vale l’obbligo di mascherina)

Non c’è l’obbligo di mascherina:

  • in genere all’aperto e nei negozi SOTTO l’incidenza 10, purché venga mantenuta la distanza minima.

CONFERMATO (dal 19 novembre- livello di sovraccarico)- restrizione ai contatti

Come già stabilito qualche giorno fa, sono permessi incontri privati in spazi pubblici e privati SOLO tra un gruppo abitativo e un’altra persona non vaccinata. I bambini e i giovani fino a 16 anni, i vaccinati o i guariti non vengono conteggiati.

NUOVO (legge federale)- Mezzi pubblici, treni e regola 3G

Su autobus, treni suburbani e metropolitane, treni, nel traffico dei traghetti e negli aerei è più difficile rintracciare i contatti di una persona infetta, soprattutto in caso di alti tassi di incidenza. Per questo motivo in aggiunta all’attuale obbligo di indossare la mascherina è stato deciso di introdurre la regola 3G nel trasporto pubblico locale e nei treni regionali e a lunga percorrenza. Se i passeggeri non sono vaccinati o non sono guariti, dovranno portare con sé la prova di un test rapido negativo ( non più vecchio di 24 ore prima dell’inizio del viaggio) quando utilizzano un mezzo di trasporto. La prova del test o le certificazioni dovranno essere mostrate su richiesta.
Nell’attuazione pratica di un tale requisito ci sono tuttavia dei punti da chiarire, tra questi l’organizzazione dei controlli e la copertura dei costi. Alcune questioni non hanno ancora ricevuto risposta, i ministri si agggiorneranno prossimamente per discutere la questione dei costi.

Attenzione: La legge federale, contenente anche questo punto, è stata firmata e pubblicata ufficialmente sul Bundesgesetzblatt, quindi entrerà in vigore dal 24 novembre. I controlli saranno a campione e i certificati andranno esibiti solo su richiesta. I controllori potrebbero venire affiancati dalla polizia, che avrebbe la funzione di fare le multe. Gli scolari (non è specificata l’età per ora) sono esclusi dalle 3G dal momento che vengono ripetutamente testati a scuola.

NUOVO- Cosa rimarrà aperto con le 2G-Regeln?

Negozi, servizi e servizi per il corpo

L’accesso ai punti vendita al dettaglio e all’ingrosso è permesso solo con le 2G- Regeln (vaccinazione, quarigione). Sono quindi esclusi i non vaccinati presentanti un test negativo.
L’orario di apertura giornaliera di negozi e servizi deve essere limitato a una finestra temporale tra le 6 e le 20. Nei negozi è permesso il click-and-collect (ordinazione online e ritiro) .

In questi negozi o servizi non si applicano le regole 2G e gli orari di apertura limitati:

  • negozi di alimentari e servizi base,
  • negozi per animali,
  • negozi di bevande,
  • farmacie, drogherie, negozi di forniture mediche,
  • edicole
  • negozi per bambini,
  • tecnici per calzature ortopediche o apparecchi acustici, ottici, acustici,
  • distributori di benzina
  • grossisti per commercianti.

I negozi con una superficie di vendita fino a 800 metri quadrati sono soggetti a una restrizione di capacità di un cliente per dieci metri quadrati. Per più di 800 metri quadrati è permesso un cliente ogni 20 metri quadrati.

A differenya degli altri servizi per il corpo, vietati in genere (vedete le strutture chiuse) per parrucchiere, barbiere e servizi per la cura della barba si applica un’eccezione alla chiusura, applicando le regole delle 2G.

Ristorazione

Come per il settore della vendita al dettaglio, la regola delle 2G si applica all’accesso agli esercizi di ristorazione e l’orario di apertura giornaliera deve essere limitato alle 6 del mattino alle 20.

Ci sono eccezioni all’applicazione delle 2G:

  • catering per i senzatetto,
  • la ristorazione per gli autisti di autobus a lunga percorrenza e gli autisti di autocarri a lunga percorrenza, che trasportano beni o merci su strada per motivi professionali. L’attività deve venire certificata dal datore di lavoro.
  • ristoranti per il personale, mense e caffetterie non pubbliche (nelle mense per il personale varranno le regole del posto di lavoro, quindi le 3G-Regeln),
  • consegna e ritiro di cibi e bevande da asporto,
  • ristorazione per gli ospiti nelle strutture ricettive (solo per i viaggi di lavoro, non turistici- vedete tra le strutture chiuse: strutture ricettive).

Scuole guida

Gli allievi delle scuole guida e istituzioni simili sono soggetti al regolamento 2G e alla registrazione dei contatti. Il personale docente deve presentare una prova di vaccinazione, guarigione o test. La scuola guida deve garantire il controllo delle certificazioni degli allievi e personale.

NUOVO- Strutture vietate o chiuse

Servizi per il corpo

Dal nuovo decreto è vietato l’uso o l’esercizio di servizi legati al corpo, senza necessità medica, terapeutica, infermieristica o pastorale. Questi servizi necessari per il corpo richiedono una prova di vaccinazione, guarigione o test (3G- Regeln) per essere utilizzati, che devono essere controllati dagli operatori.

Agenzie di assicurazioni, enti, banche

Le agenzie di viaggio, le agenzie di assicurazione, i fornitori di servizi finanziari e altri devono rimanere chiusi al pubblico, ad eccezione delle casse di risparmio e delle banche.

Strutture ricettive

Le strutture ricettive, comprese le case vacanza, possono accettare solo ospiti per motivi non turistici. Gli ospiti devono mostrare un documento d’identità e un certificato in conformità con la regola 3G e deve essere effettuata la registrazione dei contatti.

I campeggi devono rimanere chiusi.

Sono VIETATI anche i viaggi turistici, commerciali o lavorativi (eccetto i Dienstreise accertati). Qui con gewerblich sono intesi i viaggi promozionali, di formazione per il lavoro o di contatto con i clienti, ma non i viaggi di lavoro necessari (Dienstreise). Sono VIETATI anche i viaggi in in autobus e in treno a scopo turistico.

P.S. La parola usata in tedesco è untersagt, quindi non si tratta di una forte raccomandazione.

Attenzione (conferma da Corona- Hotline Sachsen) : I viaggi turistici (bus a lunga percorrenza, gite, turismo interno e verso Länder o Paesi vicini a alta incidenza, come Repubblica Ceca. Restrizioni anche verso Austria e Paesi Bassi) e quelli commerciali sono stati vietati, tuttavia le frontiere non sono state chiuse. A seconda dei casi verranno eseguiti controlli a campione o a tappeto.

Dall’Italia in Sassonia non si sono restrizioni alla visita di un parente. Sempre seguendo le regole igieniche e della Sassonia, naturalmente. L’entrata dall’estero in Sassonia (salvo alcuni casi) e in specifico dall’Italia è permessa ma non il pernottamento turistico presso hotel o altre strutture ricettive. Quindi, è possibile ospitare familiari/conoscenti dall’Italia presso la propria abitazione a Lipsia. Sulla pagina di “Einreise nach Sachsen” trovate le informazioni generali per i viaggi, Digitale Einreiseanmeldung e quarantena (non dall’Italia).

Strutture ricreative e culturali, istruzione extrascolastica e per adulti, scuole d’arte e danza

Tutte le strutture culturali e di svago, discoteche, cinema, club e bar, sale giochi e uffici di scommesse rimangono chiusi. Sono proibite anche le prove di cori amatoriali e di attori dilettanti.

Solo le biblioteche e le aree esterne degli zoo e dei giardini zoologici rimangono aperte, su presentazione di una prova di vaccinazione, guarigione o test (3G).

Anche le scuole d’arte, di musica e di danza, così come i centri d’istruzione per adulti e gli istituti di formazione, di perfezionamento e per corsi d’aggiornamento sono soggetti al divieto di apertura. Alcune eccezioni singole sono possibili, tra cui gli esami e le offerte per i bambini sotto i 16 anni.

Sport e palestre, calcio senza pubblico

I bagni (turchi e non), piscine, i solarium e le saune che non sono utilizzati per la riabilitazione o per scopi medici o per il nuoto scolastico non potranno aprire.

Gli studi di fitness, le strutture e le attrezzature per la pratica sportiva devono rimanere chiusi, eccetto le offerte per i bambini e i giovani fino a 16 anni, possono continuare ad avere luogo. Il personale addetto all’istruzione deve mostrare una prova in conformità con la regola 3G e devono essere registrati i contatto da parte degli operatori.

Gli eventi sportivi professionali sono ancora possibili, anche se senza un pubblico.

Prostituzione

Anche la prostituzione è vietata.

Festival, grandi eventi

Lo svolgimento di tutte le manifestazioni, grandi eventi, fiere, festival ed eventi tipici del paese, compresi i mercatini di Natale, è vietato.

NUOVO- Regolazione degli Hotspot

Si considera Hotspot un distretto o una città, dove l’incidenza di 7 giorni supera il valore soglia di 1.000. In tal caso, dal giorno successivo, entrerà in vigore una restrizione delle uscite (Ausangsbeschränkungen) e coprifuoco (Ausgangssperre) tra le 22.00 e le 6.00 del giorno successivo. Si applica ai non vaccinati e a quelli che non sono guariti.
Sarà quindi necessario un motivo valido per lasciare il proprio l’alloggio durante il periodo fino al 12 dicembre. Questi motivi sono:

  • la prevenzione dei pericoli per la vita, l’incolumità fisica, il benessere dei bambini e della proprietà,
  • caccia per prevenire la peste suina africana,
  • l’esercizio di attività professionali o scolastiche e di funzioni politiche comunitarie,
  • recarsi in posta a ritirare e consegnare lettere e ordini postali,
  • viaggi dei vigili del fuoco, delle forze di salvataggio o di controllo delle catastrofi verso la rispettiva base o luogo d’azione,
  • visitare i coniugi e i partner delle coppie conviventi, le persone bisognose di assistenza, le persone malate o con disabilità, ed esercitare i diritti di custodia e di visita,
  • l’uso di servizi di assistenza medica, psicosociale e veterinaria, così come le visite di membri delle professioni sanitarie, nella misura in cui ciò sia necessario dal punto di vista medico o nel contesto della necessaria cura pastorale,
  • l’accompagnamento di persone bisognose di sostegno e di minori,
  • l’accompagnamento dei moribondi nella cerchia familiare immediata,
  • atti indispensabili per la cura degli animali.

NUOVO- Strutture sanitarie e regolamento sul posto di lavoro

I dipendenti delle case di cura e per anziani, delle strutture per disabili e di assistenza diurna, dei servizi di assistenza ambulatoriale e dei fornitori specializzati di cure palliative ambulatoriali sono tenuti a fare e presentare un test negativo giornaliero, indipendentemente dallo stato di vaccinazione/guarigione.

Il regolamento 3G per il posto di lavoro così come quello per l’Homeoffice sono regolati dal Governo federale dal 24 novembre fino al 22 marzo 2022. Varrà, naturalmente, anche in Sassonia. Con la nuova legge federale, approvata dal Bundestag e in maniera univoca da parte del Bundesrat (consiglio dei Länder), solo guariti, vaccinati e testati potranno lavorare in ufficio.
Il rispetto di questo regolamento 3G dovrà essere controllato e documentato quotidianamente dal datore di lavoro, a cui i dipendenti dovranno comunicare i propri dati su vaccinazioni, guarigioni o test.
Sul posto di lavoro dovranno continuare a essere offerti test gratuiti almeno due volte a settimana.
Dove non è necessaria la presenza di un lavoratore il datore di lavoro dovrà offrire la possibilità dell’Homeoffice.

La legge federale sulle 3G sul posto di lavoro è stata firmata e pubblicata sul Bundesgesetzblatt, una specie di gazzetta ufficiale delle leggi, pertanto entrerà in vigore da domani 24 novembre.

Stando all’intervista di MDR con il ministro sassone dei Trasporti e del Lavoro i non vaccinati in ufficio dovranno far eseguire il test giornaliero in un centro, prima di entrare sul posto di lavoro. Il PCR avrà validita di 48 ore, ma costa di più e non rientra nelle offerte del Bürgertest, disponibile gratuitamente per tutti una sola volta alla settimana. La regola non vale in Homeoffice, chiaramente. In tal caso basterà il test al rientro.

In base agli accordi precedenti con le ditte sassoni, ancora in vigore, ogni datore di lavoro deve comunque offrire almeno un test gratuito a settimana a tutti i dipendenti in ufficio, quindi anche ai non vaccinati che dovranno eseguire il test sotto sorveglianza. Questo punto dipende però dagli accordi e direttive per ogni singola ditta, quindi informatevi presso il vostro datore di lavoro.

In Sassonia continuerà anche a valere la regola che chi tornerà al lavoro da una vacanza (anche a casa) dovrà eseguire un test sul posto di lavoro. Il risultato dovrà essere negativo per poter riprendere il lavoro in ufficio e la regola vale anche per i vaccinati.

NUOVO- scuole e asili in Regelbetrieb limitato

Nonostante le profonde restrizioni nella vita pubblica, le scuole e gli asili rimarranno aperti. Tuttavia, gli asili e le scuole primarie e speciali dovranno entrare in Regelbetrieb limitato fino alle vacanze di Natale. In base al nuovo decreto le classi e i gruppi, compreso il personale, devono essere rigorosamente separati gli uni dagli altri. Per attuare le misure, le strutture hanno un periodo transitorio fino al 29 novembre, al più tardi, quando il funzionamento regolare limitato sarà obbligatorio. Questo significa che i concetti educativi aperti non sono più possibili negli asili.
Dal 29 novembre, inoltre, verrà sospesa la frequenza scolastica obbligatoria, questo significa che i genitori potranno scegliere se mandare i figli a scuola previo avviso per iscritto alle autorità scolastiche.
Tutti gli alunni possono essere cancellati per iscritto dai loro genitori o tutori legali dalla frequenza scolastica. La deregistrazione deve essere giustificata da preoccupazioni di controllo delle infezioni. Non è possibile la cancellazione per singoli giorni della settimana, quindi o a scuola o sempre a casa (non vale per singoli giorni di malattia). Tuttavia si cercherà di tenere le strutture aperte e non verrà organizzata una didattica a distanza. Si tratterà quindi eventualmente di studio individuale, non seguito dagli insegnanti.

Per poter entrare nei locali delle scuole e degli asili le persone che non sono state completamente vaccinate devono sottoporsi tre volte alla settimana a un test per verificare la presenza di un’infezione da SARS-CoV-2 o dimostrare con un certificato esterno di test di non essere infetti da SARS-CoV-2. Si raccomandano test regolari anche per le persone vaccinate e guarite.

Gli alunni dalla quinta classe in su e gli insegnanti sono obbligati a indossare una maschera OP (o FFP2) in classe. Gli alunni della scuola primaria e dell’asilo, d’altra parte, non sono tenuti a indossare maschere in classe.

Le attività extrascolastiche verranno cancellate momentaneamente. Ulteriori informazioni saranno inviate direttamente alle scuole.

Ulteriori informazioni sul funzionamento delle scuole e degli asili fino alle vacanze di Natale incluse si possono trovare sul blog del Ministero dell’Istruzione.

NUOVO- Divieto di vendere e consumare alcool

Nei luoghi pubblici designati dai comuni varrà il divieto di servire e consumare alcolici. Questo punto verrà aggiornato quando Lipsia comunicherà i luoghi interessati.

CONFERMATO (dal livello di sovraccarico)- Manifestazioni

Le manifestazioni possono essere tenute solo in un luogo fisso con un massimo di 10 partecipanti.

NUOVO- Chiese e comunità religiose

Oltre al rispetto delle norme igieniche vigenti tutti i partecipanti sono obbligati a portare un certificato per l’ingresso nelle strutture. Varranno le regole 3G per l’accesso alle chiese, alle comunità religiose e alle loro riunioni. Tali ingressi devono essere controllato dal responsabile e devono essere registrati i dati.

IN parte Nuovo- Vaccini e test

In questo articolo Terza vaccinazione per tutti? abbiamo già riportato le informazioni sulle vaccinazioni di richiamo. Chi ha ricevuto la seconda dose/dose unica con Astrazeneca/Johnson, chi è anziano o con un sistema immunitario debole potrà ricevere subito la terza dose, gli altri dovranno aspettare almeno 6 mesi dalla seconda dose.

Dove si potranno ricevere le vaccinazioni di richiamo? Su appuntamento dal medico di base o aziendale o in strutture sanitarie. Oppure senza appuntamento nei centri mobili. Testimonianze recenti consigliano non recarsi ai centri mobili vicino all’orario di chiusura, potreste correre il rischio di venire rimandati a casa.

Durante la settimana che sta finendo la capacità delle 30 squadre mobili è già stata raddoppiata attraverso il rafforzamento del personale, per arrivare a un totale di 6000 vaccinazioni al giorno e 36 000 vaccinazioni a settimana. Il numero delle squadre mobili di vaccinazione deve essere aumentato al più presto, se possibile dal primo dicembre, per raggiungere una capacità giornaliera di 9.000 vaccinazioni o 54.000 vaccinazioni a settimana. In ogni distretto e città ci dovrebbe essere almeno una postazione fissa per le squadre mobili come punto di contatto affidabile. Un sistema di gestione degli appuntamenti per la prenotazione delle vaccinazioni, valido anche per le squadre mobili, è in preparazione.

In concreto, a partire dalla prossima data possibile, sono previste per Dresda e Lipsia otto grandi squadre con una capacità di 1600 vaccinazioni al giorno e quattro grandi squadre con una capacità di 800 vaccinazioni al giorno per Chemnitz. I distretti avranno quindi ciascuno due squadre grandi e una piccola. La capacità di vaccinazione è di 500 vaccinazioni al giorno da parte delle squadre mobili. Secondo lo stato attuale rimarranno in funzione fino alla fine di marzo 2022.

Inoltre sono stati stanziati soldi per promuovere nuovi centri vaccinazioni, precisamente due milioni di euro per distretto amministrativo (Landkreis) e quattro milioni di euro per distretto urbano (città).
Ciò significa che sarà reso disponibile un totale di fino a 32 milioni di euro qui per il rimborso delle spese per i centri di vaccinazione comunali.
Il Governo federale coprirà la metà dei costi necessari e rimborsabili.

Da sabato 13 novembre sono stati reintrodotti i test antigenici gratuiti (Bürgertest) a livello federale, come ha comunicato il Ministero federale della Sanità. Questo significa che ogni cittadino o residente/domiciliato ha diritto a un test settimanale gratuito nei centri, farmacie ancora esistenti o in altri che potrebbero venire allestiti.

Ist möglicherweise ein Bild von Text „Wellenbrecher für Sachsen Gemeinsam gegen Corona Kontaktbeschränkung für Ungeimpfte: 1+1 Regelung: Hausstand ungeimpfte Person Ausnahme: Kinder unter 16, Geimpfte, Genesene 2G bis 20 Uhr für: Gastronomie (Speise- und Schankwirtschaft) Handel (außer Grundversorgung) Bau- und Gartenmärkte Friseure 3G für: Hochschulen Kirchen und Religionsgemeinschaften Dienst-, Schul-, Leistungs-, Profisport unaufschiebbare Ausbildungen und Prüfungen Aus- &t Fortbildungsangebote für Kinder bis 16 Jahre inkl. Betreuer Parteien, Gremien, Rechts- und Geschäftsverkehr #CoronaSN Detailregelunguter.sng.de/ConAB unter: q.de/CoronaAB sachsen.de“
Ist möglicherweise ein Bild von Text „Wellenbrecher für Sachsen Gemeinsam gegen Corona Corona-Schutz-MaBnahmen Alkoholverbot im öffentlichen Raum Geschlossen sind: Kultur-Et Freizeiteinrichtungen, Diskotheken, Clubs und Bars Einrichtungen des Sportbetriebs, Fitnessstudios &t ähnliche Einrichtungen -Reisebüros, Versicherungsagenturen Vermögensberater, Unternehmens- berater, Finanzdienstleister (außer Banken Et Sparkassen) Untersagt sind: Großveranstaltungen, Veranstaltungen, Feste Messen, landestypische Veranstaltungen und Weihnachtsmärkte -körpernahe Dienstleistungen (außer Friseur- Et Bartpflegedienstleistungen) Touristische Reisen Et Beherbergung innerhalb Sachsens Maßnahmen in Hotspot-Landkreisen kreisfreien Städten Ausgangsbeschränkung von 22 Uhr bis Uhr bei Inzidenz von 1.000 #CoronaSN Detailregelung Detailregelungunte:Isn.de/CoonaAB sachsen.de“

blog del Ministero dell’Istruzione– Sachsen

Trotz Einschränkungen im öffentlichen Leben: Schulen und Kitas bleiben geöffnet

Nuove misure Corona o Buchstabensalat?

Tagesschau- Das sind die Bund-Länder-Beschlüsse

Bundesregierung- Bundesrat stimmt für Gesetzesänderung- Neues Infektionsschutzgesetz kommt (19.11)

Bundesregierung- FAQ zur Booster-Impfung- Die wichtigsten Fragen und Antworten zur Auffrischungsimpfung

Staatsregierung beschließt Corona-Notfallverordnung (19. 11 alle 23:13)

Sachsen gestattet befristete Ausnahmen vom Arbeitszeitgesetz für medizinischen und Pflegebereich, Impfungen sowie Krematorien (19.11)

Sachsen verdreifacht Kapazität der mobilen Impfteams (19.11)

Saechsische Corona-Hygiene-Allgemeinverfuegung (PDF- 8 Seiten)

Tagesschau- Verschärfte Corona-Maßnahmen- Ab Mittwoch gilt 3G am Arbeitsplatz

Un commento

  1. […] La chiusura di strutture culturali e ricreative, l’introduzione delle regole 2G per l’ingresso ai negozi, delle regole 3G sul posto di lavoro e sui mezzi di trasporto e la cancellazione dei mercatini di Natale sono alcune tra le nuove regole introdotte rispettivamente da ieri 22 novembre e a partire da domani 24 novembre da parte del Freistaat e del Bund. La legge federale Corona è stata pubblicata oggi sul Bundesgesetzblatt, una specie di gazzetta delle leggi, quindi le regole 3G sul posto di lavoro e sui mezzi entreranno in vigore da domani ( vedete il decreto sassone). […]

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...