Riaperture primaverili in Sassonia

Durante l’incontro del 1 marzo del Gabinetto sassone è stata confermata la decisione di allentare le attuali regole Corona, mantenendo le regole igieniche di base e l’obbligo di mascherina FFp2 sui mezzi e nei negozi. Nei negozi niente controlli, 3G in molte strutture con poche eccezioni e scuole in Regelbetrieb regolare. Il nuovo decreto sarà in vigore dal dal 4 marzo febbraio fino al 19 marzo 2022 compreso.

di Mara Boifava

Già la settimana scorsa, dopo gli accordi tra Bund e Länder, la Sassonia aveva stabilito un decreto provvisorio con alcuni allentamenti, ora confermati con il decreto vero e proprio. Tra le novità l’abolizione del divieto di consumo e vendita di alcool o del tracciamento dei contatti in quasi tutte le strutture, tranne in quelle sanitarie, dove appunto continueranno a essere richiesti i dati ai visitatori. L’incidenza rimane alta, ma la Sassonia riapre a piccoli passi.
Inoltre è stato ribadito che la ristorazione non deve più chiudere completamente in caso di alti tassi di infezione. Allo stesso modo sono stati tolti anche le restrizioni alle uscite e coprifuoco e molte strutture, come le scuole di lingua, richiederanno ora il rispetto della regola 3G e non più le 2G. Il limite di età per le persone che possono sostituire un certificato di vaccinazione o di convalescenza mediante un test aggiornato quotidianamente aumenta dal 16° al 18° anno di età compiuto.

Il decreto non prevede più chiusure o misure generali dipendenti dall’occupazione dei letti. Tuttavia, il Governo statale si riserva il diritto di stabilire ulteriori misure di protezione se sarä superato il limite di sovraccarico (420 letti di terapia intensiva occupati da pazienti COVID-19 o 1.300 letti normali occupati da pazienti COVID-19).

Per approfondire i concetti di livello di preallarme e sovraccarico potete leggere il paragrafo “7-Tage Inzidenz Hospitalisierung come nuova soglia” in Sassonia: nuovo modello opzionale 2G e indice di ospedalizzazione.

Le misure igieniche di base, mascherine e distanza minima comprese, continueranno a valere (anche per i vaccinati). Inoltre anche i vaccinati sono invitati a testarsi regolarmente, anche se non richiesto per gli ingressi.

Qui trovate i centri di Lipsia (Listenansicht- lista con link per prenotare e orari). Scegliete Bürgertest per il test gratuito nel caso il centro proponga anche test a pagamento. In genere il test antigenico è gratuito.

Riassunto del decreto (punto ab dem 4. März)

Comunicato sulle misure dal 4 marzo

Decreto completo (19 pagine, in tedesco)

Conferma di Lipsia del decreto sassone

Schema riassuntivo delle misure- tabella

Quali sono le nuove misure in dettaglio?

Qui metteremo solo le parti nuove in vigore da venerdì e quelle importanti da ricordare. Le misure di base rimarranno invariate. Nel caso mancasse il vostro settore non preoccupatevi, semplicemente non ci sono stati cambiamenti.

I distretti e le città potranno variare alcune misure e in tal caso dovranno emettere una propria ordinanza.

Rimangono in vigore anche l’obbligo della maschera FFP-2 sui mezzi pubblici, le regole igieniche di base e le misure federali sui mezzi e lavoro (3G). Si sta discutendo su una nuova legge Corona dopo il 15 marzo.

Ovunque sia richiesta una prova di vaccinazione o di guarigione per l’ingresso si continua ad applicare un’eccezione per i bambini e gli adolescenti fino a 16 anni e per le persone che non possono essere vaccinate a causa di una mancanza di raccomandazione di vaccinazione da parte della STIKO.

Una app utile per le misure è Darf ich das?

Confermato- Regole AHA e mascherina

Rimangono obbligatorie le regole igieniche di base. Si raccomanda ancora fortemente di mantenere la distanza minima di 1,5 metri dalle altre persone. Da lunedì 8 novembre 2021 è in vigore un obbligo di mascherina FFp2 (senza filtri) sui mezzi pubblici  e sui mezzi a lunga percorrenza (treni). Nei Discounter la mascherina costa circa 60 centesimi a pezzo. Gli alunni dai 6 ai 14 anni potranno utilizzare una mascherina chirurgica, mentre sotto i 6 anni i bambini sono esentati dall’obbligo. Nei supermercati si potrà continuare a scegliere tra mascherina chirurgica e FFp2, continuerà tuttavia a vigere l’obbligo. In genere dove si dovrà utilizzare la mascherina?

  • SEMPRE sui mezzi pubblici,ospedali/medici e nei servizi per il corpo (estetista, manicure, parrucchiere, pedicure…).
  • SE le persone si incontrano e non mantengono la distanza minima. Questo vale anche all’aperto e nei negozi e indipendentemente dall’incidenza 10.
  • con un’ INCIDENZA superiore a 10- anche nei negozi e supermercati (Lipsia ha un’incidenza più alta quindi vale l’obbligo di mascherina)

Non c’è l’obbligo di mascherina:

  • in genere all’aperto e nei negozi SOTTO l’incidenza 10, purché venga mantenuta la distanza minima.

Confermato- Validità della legge federale (3G Regeln sul lavoro e mezzi, Homeoffice.

Alcuni dei regolamenti sono stati ora definitivamente regolati dalla legge federale sulla protezione dalle infezioni. Questo vale, tra l’altro, per l’obbligo di Home-Office e le regole 3G sul posto di lavoro e mezzi..

Qui potete trovare altre indicazioni sulla legge federale e il link al BundesgesetzblattAllarme quarta ondata: (quasi) tote Hose in Sassonia

NUOVO-Restrizioni agli incontri (al chiuso e all’aperto),

Sono state eliminate le restrizioni agli incontri per vaccinati e guariti. Ai cittadini è richiesto, tuttavia, di testarsi regolarmente e di rispettare le norme igieniche.

Se almeno una persona non vaccinata partecipa a incontri privati, si applica la restrizione di massimo due persone di un’altro gruppo abitativo oltre al proprio (in precedenza un gruppo abitativo e una persona extra).

Riguardo a funerali e matrimoni non si applicherà più la restrizione sul numero di partecipanti, tuttavia dovrà essere presentata la prova 3G (vaccino, guarigione o test).

NUOVO- Servizi, negozi, fiere


La limitazione agli ingressi, basata sulla metratura dei negozi, è stata eliminata nel nuovo decreto.

Ora verranno applicate regole 3G per l’ingresso a tutti i servizi legati al corpo. Agenzie di viaggio, compagnie di assicurazione, solarium e altri servizi precedentemente coperti dalle regole di accesso non saranno più soggetti a queste restrizioni.

Le fiere e i congressi sono soggetti alla regola 3G, quindi ai visitatori sarà richiesta una prova di vaccinazione o guarigione o test.

NUOVO- Cultura, tempo libero, sport e grandi eventi


Tutte le strutture culturali e per il tempo libero, così come gli eventi con un massimo di 1.000 partecipanti contemporaneamente saranno aperti seconde le regola 3G. Questo vale anche per le scuole di lingua.

Si applicano le seguenti restrizioni di capacità:

  • l chiuso sono permesse massimo 6.000 persone alla volta o il 60 per cento di occupazione dello spazio,
  • all’aperto sono consentite massimo 25.000 persone allo stesso tempo o il 75 per cento della capienza,
  • gli organizzatori di grandi eventi con più di 1.000 visitatori simultanei possono scegliere tra l’accesso sotto la regola 2G o 3G. Nel caso delle 2G, si applicano le regole precedenti di capienza, mentre nel caso del modello 3G verrà applicato un limite del 50 per cento della capacità massima della struttura.

Sia i piccoli che i grandi eventi non richiedono l’uso di mascherine ai propri posti, tuttavia è obbligatorio nel resto delle strutture.

Le restrizioni e le stesse regole di accesso si applicano anche agli eventi sportivi.

L’uso degli impianti sportivi al chiuso (per fare sport, non come spettatore) è possibile con le regole 3G. Nelle aree esterne, non è richiesta alcuna prova.

Non si applicano restrizioni di accesso alle aree esterne di giardini botanici e zoologici, musei, memoriali, sale di esposizione, archivi e biblioteche.

I club e le discoteche potranno riaprire nel rispetto della regola 2Gplus (più test), ma senza mascherine e restrizioni di capacità. Anche le norme relative alla distanza minima non si applicano in questi luoghi.

L’apertura di bagni, saune, saune e bagni turchi (e non) è soggetta alla regola 3G.

NUOVO- Ristorazione e alloggiamenti


I visitatori dei ristoranti e dei bar senza intrattenimento (ballo) seguiranno le regole 3G e non verranno più applicate restrizioni agli orari di apertura. Club e discoteche, o anche i ristoranti con serate danzanti seguiranno le regole 2G plus (vedete sopra).

Per tutti gli alloggi in hotel – sia turistici sia non turistici – è richiesta una prova secondo la regola 3G. Le case di vacanza, i campeggi e i siti di caravaning sono esenti dall’obbligo di verifica.

La prova delle regole 3G è richiesta anche per i viaggi turistici in autobus e in treno e per i viaggi commerciali.

NUOVO- Scuole

Dopo le misure rafforzate nelle prime due settimane dopo le ferie invernali (ritorno a scuola dal 28 febbraio) si ritorna alla normalità. Dal 7 marzo le misure di protezione nelle scuole e negli asili saranno gradualmente ridotte.

A partire dal 19 marzo il Regelbetrieb limitato nelle scuole primarie e negli asili sarà nuovamente revocato, questo significa che si cercherà di tornare alla normalità. I gruppi e le classi non verranno più separati e sarà abolito l’obbligo di indossare mascherine in classe per gli alunni a partire dalla V classe. Nelle scuole elementari, le mascherine non erano comunque obbligatorie in classe.
Tuttavia, come prima, le mascherine rimarranno obbligatorie nell’edificio scolastico o per visitatori esterni.
I test obbligatori per la frequenza scolastica saranno ridotti da tre volte alla settimana a due volte alla settimana.

Inoltre, sarà reintrodotta la frequenza scolastica obbligatoria, pertanto il ritiro dello scolar* sarà possibile solo per motivi medici o per altri motivi conformi al regolamento scolatico.
Anche le gite scolastiche di più giorni sono di nuovo possibili.

Infine, le scuole non dovranno più chiudere per un periodo di tempo limitato o mandare singole classi a casa a studiare in caso di aumento dell’incidenza dell’infezione. Se si verificheranno casi individuali di infezione, verranno messi in quarantena solo gli alunni colpiti e gli altri alunni potranno rimanere a scuola, dove verranno sottoposti a un test quotidiano per cinque giorni consecutivi.
Questo vale anche per gli scolari guariti e vaccinati.

Maggiori informazioni sono disponibili sul blog del Ministero dell’Istruzione.

Nuovo- Chiese, comunità religiose, matrimoni e funerali


Ai matrimoni e funerali si applica la regola 3G solo se si svolgono al chiuso, quindi nessuna prova è richiesta all’aperto.

Per gli incontri in chiese o comunità religiose è richiesto solo un piano igienico da parte della struttura e cade la regola 3G per i visitatori.

NUOVO- Vaccini: arriva Novavax (a base proteica)

A fianco dei vaccini conosciuti arriva Novavax, il vaccino a base proteica. Anche in Sassonia è ora possibile vaccinarsi con Novavax, tramite appuntamento sul portale di prenotazione DRK o senza in 13 centri di vaccinazione statali selezionati, che potete leggere nel comunicato.
Novavax è raccomandato dalla Commissione sassone per le vaccinazioni (SIKO) per tutte le persone di età superiore ai 18 anni, ma NON per le donne incinte o per le persone che sono state precedentemente vaccinate con un vaccino mRNA.

Per l’immunizzazione di base si raccomandano due vaccinazioni con un intervallo di 21 giorni.
Le persone non vaccinate con una precedente infezione da Coronavirus possono ricevere una dose di vaccino Nuvaxovid al più presto dopo 28 giorni (in modo ottimale dopo 3 mesi) per completare l’immunizzazione di base.
Anche una vaccinazione di richiamo è raccomandata dopo 3 mesi.

Incidenza e occupazione dei letti

Ecco le incidenze in Sassonia e a Lipsia, la situazione dei letti e l’incidenza di ospedalizzazione. L’incidenza generale sassone è di 1.171 casi su 100.000 abitanti in 7 giorni.

Infektionsfälle- 2.03

In entrambi i poli ospedalieri di Dresda e Chemnitz il valore critico oltre il quale scatta l’emergenza è di 500 letti di ospedale occupati da pazienti Covid-19 nei reparti normali e 170 letti di terapia intensiva. A Lipsia la soglia è l’occupazione di trecento letti nei reparti normali e 80 letti nei reparti di terapia intensiva e il valore nei reparti normali è quasi raggiunto (266 letti su 300). In totale in Sassonia attualmente sono occupati da pazienti Covid 920 (437 a febbraio) letti nei reparti normali e 184 (134 in febbraio) in quelli di terapia intensiva. Qui trovate la situazione negli ospedali e la situazione degli ultimi 14 giorni: Aktuelle Bettenbelegung durch COVID19-Patienten in den sächsischen Krankenhäusern (Bettenindikator).

Foto: Bild von Caro Sodar auf Pixabay, Leipzig, Südfriedhof

Sachsen- Infektionsfälle

Staatsregierung beschließt Anpassung der Sächsischen Corona-Notfall-Verordnung (22.02)

Neue Sächsische Corona-Schutz-Verordnung beschlossen (1.03)

Kabinett beschließt weitere Öffnungen für Kultur und Tourismus in Sachsen (1.03)
Impfungen mit neuem Impfstoff von Novavax beginnen in Sachsen
(24.02)

Impfungen mit neuem Impfstoff von Novavax ab sofort für alle möglich – auch ohne Termin (1.03)

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...